Dati Deloitte: Conad è il più grande retailer in Italia, batte la Coop

Una crescita rallentata per i 250 retailer più grandi al mondo che hanno generato un fatturato pari a 4.740 miliardi di dollari

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 13/02/2020

Deloitte ha presentato nei giorni scorsi la 23° edizione dello studio Global Powers of Retailing in cui vengono analizzati i risultati dell’esercizio annuale al 30 giugno 2019 resi pubblici dai più grandi retailer del mondo.

Crescita rallentata per i 250 retailer più grandi al mondo che hanno generato un fatturato pari a 4.740 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2018 (luglio 2018-giugno 2019), segnando un +4,1% (-1,6% rispetto all’anno precedente). I dati sono della 23/a edizione dello studio Global Powers of Retailing.

I primi tre: Wal-Mart, Costco, Amazon

Secondo il rapporto Deloitte, Wal-Mart e Costco si riconfermano rispettivamente al primo e secondo posto, ma è l’ingresso di Amazon al terzo, che rappresenta il cambiamento più significativo. L’online retailer guadagna infatti una posizione rispetto allo scorso anno, spinto da una crescita a doppia cifra del 18,2%, la più alta della Top 10 e ancor più considerevole se paragonata alla media della stessa tot ten (+6,3% anno su anno).

Anche in questa edizione l’Europa conta il maggior numero di piazzamenti nella graduatoria dei 250: in totale 88 (4 in più rispetto al Nord America) con 3 nomi che rientrano anche fra i primi 10, ossia Lidl, Aldi e Tesco.

Conad leader in Italia, scavalca la Coop

In Italia al primo posto c’è  Conad, che guadagna 4 posizioni, ed è ormai l’insegna numero uno in Italia e lo diventerà sempre più dopo che avrà completato l’acquisizione dell’ex rete Auchan. In queste classifica le sue vendite sono di poco superiori a quelle di Coop, ma tanto basta per scavalcarla in classifica che si  posiziona  al 71° posto. Al 117° posto c’è Esselunga, che guadagna 4 e infine il big del mondo discount italiano, Eurospin, che avanza di ben 10 posizioni rispetto all’ultima classifica collocandosi al 158° .

Il commento di Claudio Bertone, senior partner Deloitte

La spinta globale caratterizza le aziende europee, che operano in media in 18,3 Paesi contro i 10,8 presidiati nella Top 250. Spinti dalla ricerca di crescita al di fuori dei propri mercati già maturi, i retailer del Vecchio continente sono maggiormente attivi all’estero e si distinguono per intraprendenza globale”, osserva Claudio Bertone, senior partner Deloitte e responsabile settore retail, wholesale & distibution.

Anche per i retailer italiani si registra, nell’anno fiscale, un andamento positivo – prosegue Bertone – e i quattro presenti nella Top 250 mostrano un avanzamento in classifica. Conad scavalca Coop, attestandosi come primo gruppo nazionale al 69° posto (+4 posizioni); seguono Coop stabile al 71° ed Esselunga al 117° (+4); chiude Eurospin che avanza di ben 10 posizioni collocandosi al 158° posto”.

Il rapporto Deloitte

Condividi L'Articolo

L'Autore