Fiasconaro vince il premio Imprese Vincenti di Intesa San Paolo

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 09/11/2020

Fiasconaro, azienda dolciaria con quartier generale a Castelbuono (PA), nel cuore del parco delle Madonie, è stata selezionata dall’Istituto Bancario Intesa San Paolo fra oltre 4.000 imprese candidate all’edizione 2020 del Premio “Imprese vincenti”. Un importante riconoscimento alle medie imprese di eccellenza del Made in Italy che, con determinazione e talento manageriale, lottano ogni giorno per salvaguardare l’eccellenza italiana, la ricchezza ed il rilancio dei diversi Territori nel nostro Paese.

“Ricevere questo riconoscimento ci rende particolarmente orgogliosi perché è un premio rappresentativo del nostro Dna, dell’identità della nostra azienda, che guido insieme ai miei fratelli Martino e Fausto. È un premio al valore, un segno di riconoscimento per l’attenzione che riponiamo nel salvaguardare l’eccellenza italiana e nel farla conoscere nel mondo. I criteri di eccellenza sono alla base della nostra politica e della nostra mission aziendale che ci permette di distinguerci e dare valore al nostro operato”, ha commentato con soddisfazione il Maestro Nicola Fiasconaro.

I criteri di eccellenza

criteri di eccellenza valutati per l’assegnazione del Premio sono stati: Investimenti e Innovazione, come fattori del successo competitivo; Sostenibilità, come fattore cruciale per il successo nel lungo periodo; Persone e competenza, al centro della strategia d’impresa; Internazionalizzazione per la crescita dell’azienda e del Paese; Rapporto con il Territorio, attraverso la rete delle filiere e dei distretti; Ricambio generazionale: verso il futuro con le radici delle origini.

L’investimento per il Territorio 

Fra i fattori che hanno influito nell’assegnazione del Premio, spicca anche l’impegno del Maestro Fiasconaro per la valorizzazione del comprensorio locale e delle sue materie prime di eccellenza, che trova conferma nella strategia di reinvestimento del 45% del fatturato per sostenere lo sviluppo di altre aziende siciliane della filiera Agroalimentare locale.  E ancora: la Famiglia Fiasconaro ha già avviato un importante investimento da 10 milioni di euro per la creazione di un nuovo Hub Agroalimentare che sarà operativo in Sicilia nell’autunno del 2021.

 

Nel 2019 Fiasconaro ha messo a segno un fatturato di 21 milioni di euro. L’azienda  dolciaria è nata nel 1953 a Castelbuono, nel cuore del parco delle Madonie, in provincia di Palermo. Oggi l’azienda, giunta alla terza generazione è un’eccellenza del made in Italy, con un fatturato di oltre 21 milioni di euro e una crescita del 20% su tutti i principali mercati: Italia, Canada, Francia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda e con un orizzonte strategico rivolto al mercato asiatico. Fiasconaro è totalmente made in Sicily e anche il suo indotto segue la territorialità. Il panettone e la colomba Fiasconaro rappresentano il core-business dell’azienda e cresce sempre di più l’incidenza della linea di prodotti continuativi: torroncini, cubaite, creme da spalmare, mieli, marmellate, confetture e spumanti aromatici.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista