Forum Unesco a Parma, la Vice Presidente della Camera: “una grossa possibilità per incrementare il turismo”

La dichiarazione rilasciata da Maria Edera Spadoni ad Informacibo sulla quarta edizione del Forum Unesco della cultura agroalimentare

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 18/07/2019

Maria Edera Spadoni, Vice Presidente della Camera dei deputati e parlamentare del Movimento 5 Stelle si unisce al coro del grande risultato rappresentato dallo svolgimento a Parma del IV Forum Unesco della cultura agroalimentare.

Malgrado siamo in piena estate la macchina organizzativa dell’evento scalda già i motori e i tavoli di coordinamento sono al lavoro per ottenere un appuntamento di successo.

La quarta edizione del Forum mondiale Unesco sulla cultura e le industrie culturali dedicato a cibo, cultura e sviluppo sostenibile (ma il tema preciso dovrà essere ancora definito) si terrà nella città ducale il prossimo mese di settembre, giovedì 12 e venerdì 13.

Ieri Informacibo aveva publicato il commento rilasciatoci dal ministro Gian Marco Centinaio ed oggi pubblichiamo quello di Maria Edera Spadoni.

Maria Edera Spadoni: il Forum Unesco “rappresenta una grossa possibilità per incrementare il turismo e la conoscenza dei prodotti territoriali”

La presenza del Forum mondiale Unesco della cultura agroalimentare nella città di Parma è una iniziativa per cui noi parlamentari del Movimento 5 Stelle ci siamo spesi fin dall’inizio. La nostra azione -dichiara Spadoni- è dettata dalla consapevolezza che l’evento rappresenta un’occasione speciale e importante non solo per la città ducale, ma anche per il nostro bellissimo territorio. Da tutti i punti di vista culturale, enogastronomico e storico la nostra bellissima regione e le nostre province sono tutte da scoprire e da far conoscere non solo al resto dell’Italia ma anche al di fuori. Questo evento appunto rappresenta -precisa la Vice presidente della Camera- una grossa possibilità per incrementare il turismo e la conoscenza dei prodotti territoriali; speriamo sia solo l’inizio di una promozione continua e duratura delle eccellenze gastronomiche territoriali e non solo”. 

Ricordiamo che la Spadoni nei mesi scorsi aveva scritto insieme al deputato Davide Zanichelli e alla senatrice Maria Laura Mantovani (M5S) una lettera al ministro degli Esteri, Enzo Maovero Milanesi, chiedendogli di rivedere «le decisioni prese» (lo spostamente del Forum in un’altra città ndr), sollecitando la conferma di Parma.

Parma, piazza Garibaldi di notte

La dichiarazione del ministro del Mipaaft, Gian Marco Centinaio, a Informacibo

Centinaio sottolinea il legame “tra agricoltura e turismo, enogastronomia e territorio” e si è detto convito che “Parma, prima “Città creativa della gastronomia Unesco” in Italia, saprà rappresentare al meglio la storia e le eccellenze enogastronomiche del territorio, prodotti conosciuti a livello mondiale, fiore all’occhiello del made in Italy, la regione con la più alta concentrazione in Europa di denominazioni di origine”.

Qui il commento integrale:

Il Forum Unesco a Parma, il ministro Centinaio dichiara a Informacibo

Condividi L'Articolo

L'Autore