Girotonno 2019: vincono Stefano de Gregorio e Rocco Pace

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 03/06/2019

È l’Italia, con gli chef Stefano de Gregorio e Rocco Pace ad aggiudicarsi il Girotonno 2019 di Carloforte. Mentre il premio creatività, come miglior presentazione e piatto più originale è andato all’Equador.

La premiazione è avvenuta stasera dopo due giorni di sfide con piatti a base di tonno ed eliminazioni a girone all’italiana.A premiare i vincitori, Federico Quaranta, volto noto di Rai 2 esperto di prodotti tipici del territorio.

In giuria, anche “guru” della cucina, come Paolo Marchi, di Identità Golose.Il quarto classificato del Girotonno è stato il Giappone, il terzo Equador, secondo classificato la Tunisia e prima l’Italia.L’Italia ha sovvertito la classifica all’ultimo traguardo è si è portata a casa il primo premio.

Il piatto vincitore spiegato dallo chef: Parma Modena Carloforte

Il piatto che ha vinto consisteva in Tonno croccante con pane e prosciutto, brodo di prosciutto e cuore di tonno, soia all’ italiana al balsamico e a chiudere il piatto gelato di tonno. Tecniche che si ispirano al Giappone, ma che valorizzano i prodotti italiani tipici dei territori, così, al posto della salsa di soia una salsa con Aceto balsamico di Modena, e al posto del brodo dashi classico, la materia prima utilizzata è il prosciutto di Parma.

Il primo commento dopo la premiazione di Stefano de Gregorio, chef resident del Saporie Lab di Milano, originario di Busto Arsizio, in provincia di Varese, che ha lavorato con Rocco Pace di San Vito lo Capo, chef del ristorante Crik & Crok, in collaborazione con lo chef ed esperto di panificazione Pino Silano:

“Siamo felicissimi della vittoria, il piatto si è evoluto ogni giorno sempre di più. Il piatto Parma-Modena-Modena-Carloforte nasce da idea  di valorizzare il più possibile il tonno con le eccellenze italiane facendo un po il Giappone ma con materie prime italiane, quindi brodo dashi fatto con prosciutto crudo, utilizzando il cuore di tonno al posto del katsuoboshi, poi tonno scottato è passato in Parma e prosciutto, prosciutto avanzato dal brodo anche per la sostenibilità del piatto in più abbiamo fatto dei cetrioli fermentati è una soia all’italiana fatta con aceto balsamico, miele e agrumi, felicissimi della vittoria e del pitto anche perché tutto il piatto si chiude e con una cosa molto interessante, il gelato di tonno, per rinfrescare il palato e valorizzare ancora di più il tonno. Siamo felicissimi, anche per lo scambio culturale avvenuto con i colleghi delle altre nazionalità”

Il Girotonno

L’Italia trionfa al Girotonno, la grande kermesse internazionale che ha coinvolto gastronomi, chef di fama internazionale esperti di cucina del tonno, giornalisti ed esperti della gastronomia mediterranea che per quattro intensi giorni, dal 30 al 2 giugno, ha trasformato Carloforte, nell’isola di San Pietro, nella “Capitale del tonno di qualità”, ossia il “tonno da corsa” che viene pescato nella tonnara dell’isola nei giorni della manifestazione.
Gli chef Stefano De Gregorio e Rocco Pace sono i vincitori assoluti della Tuna Competition, la gara tra chef di quattro paesi Italia, Giappone, Tunisia ed Ecuador, fulcro dell’intera manifestazione che per quattro giorni ha animato l’isola di San Pietro.
Alla fine di un impegnativo girone all’italiana, con la formula del “tutti contro tutti”, gli chef dell’ Italia, rappresentata dagli chef Stefano De Gregorio e Rocco Pace, con il piatto “ Parma, Modena, Carloforte” a base di tonno fresco e sott’olio, panna fresca di cucina, albumi, zucchero di canna e aceto di mele, ha chiuso con un punteggio complessivo 8.76, ottenuto dalla media dei voti assegnati dalla giuria tecnica dei giornalisti e da quella popolare durante tutte le gare.

I premiati

Ad aggiudicarsi i prestigiosi premi speciali come “ Miglior presentazione” e “ Originalità”, assegnati esclusivamente dalla giuria tecnica presieduta dallo chef e attore Andy Luotto, è stato l’ Ecuador con gli chef Alvaro Daniel Quimi Guerron e Filippo Billi con il piatto “ Encellado frio” a base di ventresca, radice di tapioca, pomodorini datterino e spezie.
I premi, piatti in ceramica di pregiata fattura, sono stati consegnati ai vincitori dal sindaco Salvatore Puggioni, dall’ammiraglio Enrico Pacioni, comandante del Supporto logistico della Marina militare in Sardegna, e dagli studenti dell’ Istituto alberghiero “Galileo Ferraris” di Iglesias e dell’ Istituto alberghiero “Alessandro Volta” di Arbus che, insieme ai sommelier dell’ Ais guidati da Tiziana Cossu, hanno contribuito alla riuscita delle gare gastronomiche e dei live cooking.
La classifica generale, oltre al primato dell’Italia, ha visto la Tunisia (con il punteggio di 8.64) piazzarsi al secondo posto con gli chef Nabil Bakous in coppia con Karim Bahba che hanno presentato la ricetta “ Annibale e la sua ombra”, un fricassè con ventresca cotta dolcemente e kimchi fermentato all’harissa, filetto mezzo grigliato e mezzo marinato al Karkadè con emulsione di mandorla alla bottarga, mousse di ceci speziati e croccanti. Al terzo si è piazzato l’ Ecuador ( 8.46) e al quarto il Giappone ( 8.03) con lo chef Taro Shimosaka, che ha portato in gara la ricetta al tonno confit con olio, salsa di pomodoro agrodolce, cavolo rosso, amazu speziato e cialda di riso al vino rosso.
Grande pubblico ieri sera ( sabato 1 giugno) per il concerto di Bianca Atzei, la grande artista dall’anima sarda che ha cantato i maggiori successi della sua carriera. Questa sera per il Girotonno Live Show a salire sul palco del Corso Battellieri sarà la band rock cipriota Minus One. Dal 2009 il gruppo si è esibito in Inghilterra, Stati Uniti, Svezia, Danimarca, Grecia, Italia, Austria e Russia ma anche all’Eurovision Song Contest nel 2016  arrivando alla finale televisiva, seguita da 205 milioni di persone in tutto il mondo.
La rassegna è stata organizzata dal Comune di Carloforte in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Feedback di Palermo, con il patrocinio di Sardegna Turismo e della Regione Sardegna e la partnership con il progetto europeo Tuna Route.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista