I cocktail più venduti: Old Fashioned, Negroni, Whiskey Sour

La classifica emersa dal Annual Brand Report 2019 di Drinks International intervistando i barman più famosi del globo.

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 09/01/2019

I dieci migliori cocktail del 2019 sono: Old Fashioned, Negroni, Whiskey Sour, Daiquiri, Dry Martini,, Margarita, Manhattan, Moscow Mule, Espresso Martini e Mojito. Sono i dieci cocktail più venduti al mondo nella classifica dei 50 drink più richiesti ai barman nel mondo stilata dell’Annual Brand Report 2019 di Drinks International, testata britannica considerata il più autorevole punto di riferimento per gli addetti ai lavori del settore.

Nel report, anche la sezione sui grandi cocktail più richiesti ai barman. Nel mondo frenetico del beverage vediamo molte tendenze andare e venire. Ma una cosa sembra essere la stessa: il cocktail classico.

Per stilare la classifica è stato chiesto ai baristi di alcuni tra i migliori bar del mondo di elencare i loro 10 cocktail classici più venduti, poi valutati e classificati.

Il risultato è che i grandi classici dellla mixology resistono al tempo e alle mode, ma la loro proposta o la variazione di alcune ricette ha fatto si che alcuni di loro salissero sul podio o finissero in fondo alla classifica.

Leggi anche Charles Flamminio, il mago dei cocktail

I top

Ai primi tre posti ci sono Old Fashioned, Negroni e Whisky sour. Seguiti da evergreen come Dry Martini, Daiquiri e Manhattan.  Per il  quinto anno consecutivo The Old Fashioned ha mantenuto il primo posto nella lista e nel cuore dei baristi. Per la serie “old but gold”, questo cocktail classico di whisky americano è sempre in auge. Proprio come l’anno scorso, quasi il 30% dei bar intervistati ha dichiarato che era il loro cocktail classico numero uno in vendita. Qualunque sia il modo in cui è stato fatto riferimento nel corso della storia.

Al secondo posto un altro intramontabile, questa volta “made in Italy”: il Negroni. Tutto cominciò dal conte Camillio Negroni dalla sua richiesta di un Americano più forte. Così, il barista Fosco Scarselli sostituì la gassosa con il gin. Il resto è storia. Il 19% dei bar intervistati per il report dichiara di che il Negroni è il loro classico numero uno. Questo cocktail italiano iconico è al secondo posto da cinque anni consecutivi e non sembra mollare.

Leggi anche 5 cocktail da non bere per dimagrire e con cosa sostituirli

Chi sale

Il mondo dei cocktail, non resta fermo e vede entrare in top ten anche qualche novità, come l’Espresso  Martini. Questo cocktail a base di caffè è salito di due posizioni quest’anno ed è stato classificato tra i primi 10 dal 32% dei bar. Conosciuto anche come Vodka Espresso, è chiaramente un trend, posizionandosi alla 7ma posizione, prima di Aperol Spritz, Margarita e Moscow Mule. Grazie alla diffusione nei locali giusti, sale di posizione il French 75. Il cocktail, nella sua forma più antica, è stato creato da Harry MacElhone nel Harry’s New York Bar di Parigi. E’ stato reso popolare da The Savoy Cocktail Book e poi è apparso anche al The Stork Club, New York, che ha contribuito alla sua popolarità. È molto simile al Tom Collins – basta sostituire la soda con champagne, e il gioco è fatto. Resistono anche gli intramontabili: Bloody Mary (13esimo posto), Mojito(12esimo), Mai Tai (21 esimo).

 

Chi scende

Ma ci sono anche cocktail famosi che perdono posizioni. Come il Cosmopolitan, diventato famoso soprattutto grazie alla popolare serie tv Sex & The City, che perde 5 posizioni. Il Cosmopolitan si ferma al 31 ° posto. Al momento, secondo gli esperti di Drinks International, non ci sono varianti famose della ricetta. Alcuni hanno provato, ad esempio il Cosmogroni di JP Fetherston e Alex Levy alla Columbia Room di Washington DC. Anche l’italianissimo Bellini perde posizioni e passa dalla 34esima del 2019 alla 49esima del 2019, seguito dal White Russian.

Qui il report completo di Drinks International

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista