Il made in Italy ci salverà? Se ne parla a 100per100 ItalianTalks

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 18/11/2020

Il Made in Italy salverà l’Italia? Anche dalla crisi economica causata dal Covid?
È la domanda a cui si cercherà di rispondere in streaming il prossimo 23 novembre 2020, nel corso dell’edizione annuale dei 100per100 ItalianTalks che si terranno in concomitanza con la V Settimana della cucina italiana nel mondo.

I 100per100 Italian Talks sono un ciclo di conferenze pensato da I Love Italian Food in collaborazione con The Italian Sauce, dedicato all’enogastronomia italiana, per valorizzare il Made in Italy e sostenere la lotta all’italian sounding.

Il progetto offre quest’anno un format di approfondimento completamente digitale che sarà trasmesso in diretta streaming a partire dalle ore 15.00 del 23 novembre sulla pagina Facebook di I Love Italian Food: https://www.facebook.com/iloveitalianfood.org.

La conferenza sarà moderata da Anna Prandoni (giornalista e scrittrice in ambito enogastronomico) e da diversi relatori :Lidia Bastianich (Imprenditrice e ristoratrice), Francesco Panella (Ristoratore e volto televisivo), Rodrigo Cipriani Foresio (General Manager Alibaba per il Sud Europa), Carmelo Troccoli (Direttore di Fondazione Campagna Amica – Coldiretti), Eugenio Perrier (Consulente esperto in Made in Italy sul mercato USA), Carolina Vergnano (AD di Caffè Vergnano) e Carlo Ferro (Presidente Agenzia ICE).

Durante la conferenza, oltre agli interventi dei sei relatori che porteranno il loro personale punto di vista sulla tematica – oggi attuale più che mai – dell’export, saranno trasmessi dei contributi video anche da parte di altri attori del Made in Italy da tutto il mondo, che racconteranno come stanno vivendo questo particolare periodo storico. Tra loro Nicola Levoni, Luca Giavi, Riccardo Agugiaro, Giuseppe Di Martino, Michele Casadei Massari, Alessandra Gambini, Letizia Airos.

D’altronde, il 2020 ha stravolto non solo le dinamiche sociali ma anche le abitudini e i comportamenti dei consumatori.

I volumi dei consumi del “fuori casa” sono tornati ai livelli del 1991, mentre nel comparto turistico si è tornati addirittura al 1975. Nel frattempo, invece, il commercio elettronico è cresciuto oltre il 120%.

Cosa fare per adattarsi al cambiamento? Come continuare a valorizzare e comunicare al meglio il Made in Italy e come cambieranno le dinamiche dell’export agroalimentare?
Questo sarà il focus della conferenza streaming del prossimo 23 novembre, di cui Informacibo, assieme a L’Inkiesta Gastronomika, Italiani.it,  i-Italy, AICO e Italia Terra Mia sono media partner.

Sponsor dell’evento sono Levoni e Consorzio di Tutela della DOC Prosecco.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista