Il Prosciutto Toscano DOP a San Francisco per rafforzare l’export

L'eccellenza italiana in California per l’edizione 2020 del Winter Fancy Food Show che si terrà dal 19 al 21 gennaio

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 07/01/2020

Anche   quest’anno, in occasione dell’edizione invernale di Fancy Food Show, presso lo stand 1360 South Hall della Collettiva Italiana, i visitatori potranno conoscere e gustare il Prosciutto Toscano DOP e confrontarsi per ogni curiosità direttamente con presidente, direttore e soci. L’appuntamento darà anche modo al Consorzio di rafforzare i contatti con buyers e operatori del settore e ampliare l’export già consolidato.

“Il successo della cucina italiana negli Usa è evidente, basti pensare che l’Italia occupa il padiglione più grande. E’ obiettivo del consorzio rafforzare la presenza del Prosciutto Toscano Dop anche all’estero e quest’anno si prospetta per noi ancor più ricco di opportunità dal momento che l’edizione 2020 vede l’Italia come country partner di entrambe le edizioni della kermesse”- afferma Fabio Viani, presidente del Consorzio – “il Prosciutto Toscano DOP, che si contraddistingue per la genuinità, la tradizione e il rigido disciplinare, ha tutte le carte in regola per conquistare un’altra fetta di mercato oltreoceano.”

Il Consorzio del Prosciutto Toscano, nel 2020 porterà avanti la sua attività di internazionalizzazione del brand con la partecipazione alle fiere più prestigiose del settore come Summer Fancy Food di New York e RC Show di Toronto (Canada). Nel territorio italiano sarà presente a CIBUS 2020.

Nel 1990, dalla ferma volontà di un gruppo di produttori toscani, consapevoli della necessità di proteggere il Prosciutto Toscano dalla proliferazione incontrollata di altri prosciutti che hanno poco in comune con la tradizione toscana, nasce il Consorzio del Prosciutto Toscano per promuovere, valorizzare e tutelare il prodotto sul mercato nazionale ed estero, mantenendo però lo stretto legame con il territorio nel quale si inserisce: la Toscana. Nel 1996  il salume tipico ottiene l’ambito riconoscimento comunitario della DOP – “Denominazione di Origine Protetta” grazie all’impegno e al rispetto per la tradizione alimentare toscana di tutti i consorziati, che hanno deciso di aderire con orgoglio alle precise regole stabilite dal Disciplinare di Produzione. Il sapore che ne deriva è molto caratteristico: un gusto delicato che, arricchito da quegli aromi inconfondibili della “toscanità”, hanno reso famoso il Prosciutto Toscano. Solo se vengono rispettate le rigide prescrizioni produttive, i prosciutti possono ottenere, dopo una lunga stagionatura, il marchio a fuoco del Consorzio raffigurante la Regione Toscana che contraddistingue il Prosciutto Toscano DOP e ne garantisce la qualità.

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista