La sfida del Panettone Artigianale a Parma: tenzone tra pasticceri di tutta Italia

Tenzone del Panettone: i nomi di tutti i premiati. I vincitori del gustoso dolce: Roberto Cantolacqua Ripani per il Panettone tradizionale, regione Marche, Gabriele Ciacci per il Panettone innovativo, della Toscana e Giulia Paronuzzi per il Panettone Al Caffè, del Veneto

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 16/11/2020

Il Panettone non è assolutamente appannaggio solo dei pasticceri meneghini.

Il Pan del Toni” – il primo  nome di questo dolce, la leggenda racconta sia stato inventato da uno sguattero per rimediare a un errore del cuoco di Ludovico il Moro durante una cena natalizia – è linguaggio comune in tutta Italia.

Non a caso nella  9° edizione della “Tenzone del Panettone”, la grande sfida svolta sabato e domenica a Parma, tra i migliori lievitati la maggioranza erano panettoni  provenienti da tutta Italia e ad aggiudicarsi  le prime posizioni nella categoria “tradizionale” ed “innovativa” sono stati i panettoni delle Marche e della Toscana: un pasticcere di Tolentino Macerata, ha vinto con quello tradizionale mentre un pasticcere di Poggibonsi Siena, ha vinto con quello innovativo. Un aspetto giustamente sottolineato nella dichiarazione finale rilasciata dall’ideatore del concorso, Massimo Gelati, che così si è espresso: “il Panettone è un prodotto di origine milanese ma ormai declinato nelle sue più dolci sfumature in ogni angolo della penisola”.  

Le parole di Massimo Gelati

Siamo onorati e orgogliosi dello straordinario successo che ha avuto la manifestazione” dichiara l’Ingegnere Massimo Gelati, patron dell’evento, “Anche quest’anno abbiamo avuto una grandissima partecipazione, con una rosa di concorrenti provenienti dall’intero territorio nazionale, un prodotto di origine milanese ma ormai declinato nelle sue più dolci sfumature in ogni angolo della penisola, ed ampiamente destagionalizzato. Questa manifestazione si integra alla perfezione con le attività del Gruppo Gelati, leader nazionale nei servizi legati alla qualità, alle certificazioni, alla sicurezza del lavoro per la ristorazione e la pasticceria”.

Tenzone del Panettone: in viaggio nell’Italia della creatività gastronomica, un percorso di gusto per promuovere la cultura del cibo,  attraverso la valorizzazione delle eccellenze del made in Italy

Ma ora ci piace sottolineare  alcuni aspetti della manifestazione parmense. E’ stato un trionfo dell’artigianalità più vera, dei migliori ingredienti, della genuinità e della creatività: tutto questo è stato il Panettone Artigianale visto e assaggiato (come giurato), in ben otto ore di degustazioni e assaggi  a Parma

L’unica amarezza è stata quella di non aver potuto assistere alla folla dei curiosi e degli appassionati che negli altri anni hanno affollato i vari stand del concorso, con i pasticceri presenti  pronti a rispondere e a soddisfare ogni curiosità degli amanti del panettone: dal rinfresco del lievito al primo impasto, dal secondo impasto, alla confezione di carta, fino alla cottura e al raffreddamento.

Oltre 20mila le visualizzazioni su Facebook

Purtroppo questo è stato lo “scotto” che abbiamo dovuto pagare in un periodo da pandemia da Covid con tutte le ristrettezze e le paure del caso. Una manifestazione che però ha avuto un seguito eccezionale attraverso la diretta facebook, dove ci sono state oltre 20mila visualizzazioni. Oltre ai tanti che lo hanno seguito via  Instagram.

La Tenzone del Panettone a Parma ha confermato la  vitalità del settore del panettone artigianale

Il panettone rappresenta per la pasticceria italiana un volano di sviluppo significativo: secondo gli ultimi dati, siamo di fronte ad un mercato da 29 mila tonnellate e 217 milioni di euro, nel quale il consumatore ricerca sempre più una proposta qualitativa superiore. Sebbene però l’80% dei panettoni siano distribuiti attraverso il canale della Grande Distribuzione, la produzione di panettoni artigianali oggi corrisponde ad un mercato che vale ben 107,3 milioni di euro.

Ma è arrivato il momento di farvi conoscere alcuni presenti, i premiati, le classifiche e i vincitori delle varie categorie di questa edizione da ricordare.

Tenzone del Panettone 2020, IX edizione a Parma City of Gastronomy Unesco per due giorni capitale dei migliori lievitati di pasticceria artigianale d’Italia

 

Il gustoso duello per il più grande dei lievitati ha visto trionfatori
Roberto Cantolacqua Ripani per il Panettone tradizionale, Gabriele Ciacci per il Panettone innovativo e Giulia Paronuzzi per il Panettone Al Caffè

I Panettoni vincitori, nelle tre categorie: Tradizionale, Innovativo, Al Caffè

La cronaca

La nona edizione di “Tenzone del Panettone” si è svolto nelle lussuose sale del quattro stelle Novatel nel centro di Parma sabato e domenica,  14 e il 15 Novembre 2020.

Numeri importanti evidenziano il valore di questa edizione: 60 i maestri pasticceri selezionati, provenienti da tutta Italia che hanno proposto oltre 100 panettoni in gara, divisi in tre categorie: tradizionale, innovativo e al caffè.

Tutti i partecipanti hanno attraversato nelle due giornate il severo giudizio della giuria tecnica formata da esperti e professionisti del settore, capitanata da Matteo Berti, direttore didattico di Alma, la Scuola internazionale di cucina italiana, e composta da chef stellati, gastronomi e giornalisti: tra gli altri Lorenzo Porzano, presidente Evam acqua FontevivaLuca Montagna, titolare Artcaffè, Nicoletta Caragica, Walter Masut, Cristiano Quagliotti, Carmine Migliaro, il responsabile comunicazione di Alma, Giacomo Bullo, la giornalista della Gazzetta di Parma, Chiara De Carli, il direttore di Informacibo, Donato Troiano e poi Giuseppe Mancino, Cristoforo Trapani, Francesco De Rosa, Vito Schiavo.

La foto di gruppo al termine delle due giornate 

Un evento nato nel 2011

La disfida, nata nel 2011 tra un gruppo di amici, l’ingegnere Massimo Gelati, presidente del Gruppo Gelati (società di consulenza leader nazionale nei servizi per l’industria agroalimentare, ristorazione e pasticceria) e Vittorio Brandonisio, con solo cinque panettoni, è cresciuta negli anni grazie anche alla collaborazione nell’organizzazione dell’art director Silvana Erasmi, con il gruppo creativo PianoB e della food designer Rosita Dorigo e di Silvana Erasmi.

Tutti i premiati di questa nona edizione 2020

Grande successo per le donne che salgono sui gradini più alti del podio del panettone al caffè, grazie al sostegno di ARTCAFé, la torrefazione di Parma sempre attenta a qualità e innovazione. È infatti della veneziana Giulia Paronuzzi il primo premio come panettone al Caffè, secondo posto per il parmigiano Riccardo Primiani, terzo posto per la pastry queen Maria Pastore, da Foggia e 4° per il maestro e docente Antonello Di Maria, seguito dal maestro panificatore Stefano Castagnoli. Gli altri finalisti, in ordine di classifica, sono stati Gianluigi Cacciopoli, Vanna Scattolini, Giancarlo Sensini, Armando Pascarella, Silvio Bessone, Lucia Fallena, Fausto Ghidoni, Paolo Piccione, Eliana Caggiati.

Per il panettone innovativo trionfo di Gabriele Ciacci (Opera Waiting, Siena), che la spunta su Roberto Cantolacqua Ripani e Giulia Paronuzzi. Ai piedi del podio Ivan Ciullo e Giardino Pompilio. Gli altri finalisti, in ordine di classifica, sono stati Daniele Frison, Germano Labbate, Gianluigi Cacciopoli, Gabriella Oliviero, Alessandro Marigliano, Armando Pascarella, Paolo Piccione, Guglielmo Cavezza, Massimo Ferrante.

Il Panettone tradizionale ha visto incoronati Roberto Cantolaqua Ripani (Pasticcere di Tolentino MC, maestro AMPI), in un testa a testa su Alessandro Petito e Antonello Di Maria, a seguire Riccardo Zandonà e Gabriele Vannucci. Gli altri finalisti, in ordine di classifica, sono stati Samanta Nardini, Roberto Rigacci, Antonio Caruso, Germano Labbate, Pina Toscani, Massimiliano Ghirardini, Veronica Leoni, Giovanni Albieri, Andrea Zino.

Il premio per il miglior packaging, supportato da Laminati Cavanna spa e consegnato da Anna Paola Cavanna, presidente dell’Istituto Italiano dell’Imballaggio, è andato a Giulia Paronuzzi, seguita da Vanna Scattolini e da Pietro Serafino.

Tra i riconoscimenti importanti segnaliamo il Premio Parma City of Gatronomy, ex aequo a due maestri che hanno voluto dedicare produzioni uniche alla città Capitale della Cultura, la pastry Queen Maria Pastore con il panettone alla “Violetta Dorosa” ed al maestro Germano Labbate che ha creato un panettone alla mela e Grand Marnier, un omaggio goloso che rappresenta il loro amore per la città di Parma.

Premio History a Roberto Rigacci, Pina Toscani. Silvio Bessone, Gabriele Ciacci e Alessandro Marigliano, Premio alla Professione a Germano Labbate, premi assegnati dagli sponsor Premio Innovazione Matec a Dario Volpi (Pasticceria Dario, Bergamo), Premio ART Cafè a Massimiliano Ghirardini (Impasto Zero, Parma), Premio Opera Aceto Balsamico a Orlando Miguel Guzaman, Premio Ceci per l’abbinamento con il vino a Samanta Nardini (Pasticceria Aldo, Forte dei Marmi e Massa), Premio Montanari e Gruzza per l’utilizzo del burro a Riccardo Primiani (Pasticceria da Teo, Sorbolo), Premio Fonteviva per l’abbinamento con l’acqua ancora a Samanta Nardini, Premio Piano B alla comunicazione assegnato ex aequo a Paolo Dolcemente Piccante di Paolo Piccione e Alvè di Eliana Caggiati.

Sono stati segnalati Roberto Cantolacqua, Antonello Di Maria, Germano Labbate, Armando Pascarella, Giulia Paronuzzi e Paolo Piccione in quanto arrivati in finale con 2 panettoni nelle 3 categorie.

I finalisti classificati delle diverse categorie

Classifica PANETTONE TRADIZIONALE:

1 Roberto Cantolacqua Ripani – Roberto Cantolacqua Pasticcere – Tolentino Macerata

2 Alessandro Petito – Pasticceria Alessandro Petito – Varese

3 Antonello Di Maria – Docente Alma – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana – Colorno (PR)

4 Riccardo Zandonà – Panificio Antichi Sapori – Verona

5 Gabriele Vannucci – La Leggenda dei Frati – Firenze

6 Samanta Nardini – Aldo Pasticceria  – Massa

7 Roberto Rigacci – Rigacci ’48 – Cerbaia in Val di Pesa (FI)

8 Antonio Caruso – Agr. S. Giacomo – Volterra

9 Germano Labbate – Gerri Pasticceria – Agnone Isernia

10 Pina Toscani – Grigoris – Chirignago (VE)

11 Massimiliano Ghirardini – Impasto Zero

12 Veronica Leoni – Panificio Moderno TN

13 Giovanni Albieri – Pasticceria Le Dolcezze Occhiobello – Rovigo

14 Andrea Zino – Canepa 1862 – Rapallo (GE)

Classifica PANETTONE INNOVATIVO:

1 Gabriele Ciacci – Opera Waiting – Poggibonsi Siena

2 Roberto Cantolacqua Ripani – Roberto Cantolacqua Pasticcere – Tolentino Macerata

3 Giulia Paronuzzi – Pasticceria Al Theatro – Venezia

4 Ivan Ciullo – Docleamaro – Parma

5 Giardino Pompilio – Panificio Pompilio – Ariano Irpino – Avellino

6 Daniele Frison – Il Giusto Impasto – Castronno Varese

7 Germano Labbate – Gerri Pasticceria – Agnone Isernia

8 Gianluigi Cacioppoli – Panificio Il Buongustaio – S.Antonio Abate – Napoli

9 Gabriella Oliviero – Colle d’Ercole – Montesarchio (BN)

10 Alessandro Marigliano – Dolciaria Marigliano – S. Gius. Vesuviano (NA

11 Armando Pascarella – Pasticceria Primavera – San Felice a Castello – Caserta

12 Paolo Piccione- Dolcemente Piccante – Siracusa

13 Guglielmo Cavezza – Mommy Cafè – Cicciano Napoli

14  Massimo Ferrante – Ferrante Pasticceria – Genova

Classifica PANETTONE AL CAFFÈ:

1 Giulia Paronuzzi – Pasticceria Al Theatro – Venezia

2 Riccardo Primiani – Pasticceria da Teo – Sorbolo – Parma

3 Maria Pastore – Pasticceria Pastore – Anzano di Puglia (FG)

4 Antonello Di Maria – Docente Alma – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana – Colorno (PR)

5 Stefano Castagnoli – Panificio Castagnoli – Parma

6 Gianluigi Cacioppoli – Panificio Il Buongustaio – S.Antonio Abate – Napoli

7 Vanna Scattolini – Madamadorè – San Pietro In Cariano (VR)

8 Giancarlo Sensini – Panificio Zaccarini – Parma

9 Armando Pascarella – Pasticceria Primavera – San Felice a Castello – Caserta

10 Silvio Bessone Le Delizie – Vicoforte (CN)

11 Lucia Fallena e Pasquale Schettino – (Atina e Sorrento)

12 Fausto Ghidoni

13 Paolo Piccione- Dolcemente Piccante – Siracusa

14 Eliana Caggiati – Alvè – Parma

Classifica MAESTRI:

1 Gabriele Vannucci

2 Gabriele Ciacci

3 Alessandro Marigliano

4 Andrea Zino

5 Massimo Ferrante

6 Pietro Serafino

7 Germano Labbate

8 Giovanni Albieri

9 Ivan Ciullo

10 Fausto Ghidoni

Classifica PASTRY QUEEN:

1 Samanta Nardini

2 Giulia Paronuzzi

3 Maria Pastore

4 Lucia Fallena

5 Pina Toscani

6 Vanna Scattolini

7 Veronica Leoni

8 Gabriella Oliviero

Classifica JUNIOR

1 Alessandro Petito

2 Giardino Pompilio

3 Alex Pagliai

4 Antonio Caruso

5 Riccardo Zandonà

6 Armando Pascarella

Classifica PANIFICATORI

Massimo Gelato e Matteo Berti col Panettone di Eliana Caggiati, diplomata ad Alma, che dirige il Forno-bottega in via Costituente a Parma

1 Gianluigi Caccioppoli

2 Eliana Caggiati

3 Massimiliano Ghirardini

4 Giancarlo Sensini

5 Fiorenzo Ascolese

6 Alessandro Di Cataldo

8 Andrea Visani

Per dare maggiore risalto ed opportunità ai tanti partecipanti è stato realizzato un sito e-commerce, un vero e proprio market place, inaugurato in occasione della gara e sul quale acquistare prodotti di qualità selezionati per la Tenzone del Panettone.

Promuovere la cultura del cibo, la professionalità artigiana e la condivisione con un occhio attento alla innovazione è la spinta -hanno commentato gli organizzatori del Concorso Gruppo Gelatiche ci porta a realizzare questo evento e che possa essere di speranza per tutti, in questo momento difficile”.

L’augurio di Massimo Gelati e di tutto lo staff  Buone feste! Appuntamento al prossimo anno, sempre a Parma Capitale della Cultura 2020+21

Il racconto della prima giornata di Tenzone del Panettone 2020

“Tenzone del Panettone”, a Parma oggi il vincitore del concorso

Condividi L'Articolo

L'Autore