Parma, tutti i vincitori della “Tenzone del Panettone”

La premiazione a febbraio 2020, nell’anno di Parma Capitale della Cultura e delle Olimpiadi di Tokyo 2020, un gemellaggio tra gastronomia e sport

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 15/11/2019

Dopo aver scritto della prima giornata del concorso/contest “Tenzone del Panettone”, ottava edizione, ritorniamo su queste pagine a parlare della finalissima.

Sono state due giornate di intensa competizione quella che si è svolta a Parma negli spazi della Camera di Commercio dove si sono sfidati 60 professionisti artigiani nell’arte del panettone, tra pasticceri, pastry chef, fornai per un totale di centodieci pezzi unici.

Una grande iniziativa per la crescita della cucina italiana – in questo caso, della sua parte più dolce – che ha visto coinvolti i Panettoni provenienti da tutta Italia.

In gara tre tipologie di panettoni in questa edizione, i tradizionali, realizzati secondo disciplinare, gli innovativi, e la novità di quest’anno, il panettone tematico al caffè; oltre a queste categorie è stato pensato un premio anche per il miglior packaging.

La giornata di domenica 10 novembre ha visto l’incoronazione dei vincitori

Ecco i vincitori: per il panettone tradizionale Andrea Zino (Canepa 1862); per il panettone al caffè Stefano Castagnoli (Panificio Castagnoli Più); per il panettone innovativo Angelo Maria Tramontano (Gran Caffè Napoli); per il packaging Vanna Scattolini (Madamadorè).

Il primo premio al panettone innovativo del pastry chef, Angelo Mattia Tramontano, responsabile della pasticceria del Gran Caffè Napoli di Castellammare di Stabia

Il vincitore nella categoria Panettone innovativo il pastry chef, Angelo Mattia Tramontano

Gran Caramelia è il nome del panettone che si è aggiudicato il primo premio. Una fusione tra Gran Caffe Napoli ed il Ciocciolato Valrhona.

Soddisfatto del premio Angelo ha detto: “E’ un vero e proprio panettone innovativo perché prima di produrlo abbiamo fatto delle specifiche ricerche. Invece di farcirlo semplicemente, abbiamo sostituito il burro con una pasta di noce ed abbinato poi il cioccolato al latte. Il risultato è stato meno stucchevole”.

I parmigiani in vetta per il Panettone al caffè

Grande successo per i parmigiani che salgono sui gradini più alti del podio del panettone al caffè. È infatti di Stefano Castagnoli il primo premio come panettone al Caffè, secondo posto per Giancarlo Sensini, del panificio Zaccarinidi Parma, terzo posto per il maestro Alessandro Masia.

Per il panettone tradizionale vittoria di Andrea Zino (Canepa 1862) mentre per il packaging la vincitrice è stata Vanna Scattolini (Madamadorè). Tra i record di questa edizione, menzione speciale ai maestri Gabriele Ciacci, Antonello Di Maria, Vincenzo Faiella e Germano Labbate in quanto arrivati in finale con tutti i panettoni delle 3 categorie.

Tre pastry-chef dall’estero: Giappone, Colombia e Argentina

Grande prestigio hanno dato le presenze straniere, dal Sol Levante è arrivato lo chef stellato Yahei Suzuki, dalla Colombia Orlando Guzman e Samuel Gonzales argentino.

Un grande onore che Massimo Gelati, ideatore del contest e presidente del Gruppo Gelati (società di consulenza leader nazionale nei servizi per l’industria agroalimentare e la ristorazione e pasticceria) ha così commentato: “Quest’anno il contest parmigiano ha visto travalicare i confini nazionali, a dimostrazione della grande eco internazionale dell’ottava edizione di Tenzone del Panettone, dal Sol Levante è arrivato a Parma lo stellato Yahei Suzuki, executive chef e patron del ristorante italiano Piatto Suzuki di Tokyo, che da ben 12 anni si fregia della stella Michelin nella capitale del Giappone. Questa manifestazione si integra alla perfezione con le attivita’ del Gruppo Gelati, leader nazionale nei servizi legati alla qualita’, alle certificazioni, alla sicurezza del lavoro per la ristorazione e la pasticceria”.

Le ricette valutate da una prestigiosa giuria, composta dai maggiori pastry-chef e pasticceri italiani con il coinvolgimento anche di Informacibo

La giuria al lavoro

Tutti i partecipanti hanno attraversato nelle due giornate il severo giudizio di due differenti giurie: quella tecnica forma da esperti e professionisti del settore, capitanate da Andrea Tortora e Valter Tagliazucchi (vincitori della VII edizione), Marco Antoniazzi, Roberto Carcangiu (presidente Associazione professionale cuochi italiani) e Matteo Berti, direttore didattico di Alma. Quella di qualità formata da giornalisti e gastronomi (tra i quali spiccano le presenze di Maria Anedda e Maura Gigatti (miglior sommelier dell’Emilia Romagna). Spazio anche al parere del pubblico con un giudizio a parte, popolare, infatti ogni avventore munito di apposita scheda poteva esprimere la propria preferenza, oltre 550 i votanti per la golosa elezione.

I finalisti classificati delle diverse categorie

Classifica PANETTONE TRADIZIONALE:

1 Andrea Zino – Canepa 1862 – Rapallo (GE)

2 Antonello Di Maria – Docente Alma – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana – Colorno (PR)

3 Vanna Scattolini – Madamadorè – San Pietro In Cariano (VR)

4 Massimo e Mario Adami – Bar Pasticceria Adami – S Giov. Lupatoto (VR)

5 Giovanni Albieri – Pasticceria Le Dolcezze Occhiobello – Rovigo

6 Andrea Barile – Pasticceria Terzo Millenio – Foggia

7ex Stefano Gatti – Il Fornaio F.lli Gatti – Viareggio (LU)

7ex Yahei Suzuki – Piatto Suzuki – Tokio (J)

7ex Alberto Boni – Panificio Boni – Sala Baganza (PR)

10 Annibale Memmolo – Pasticceria Memmolo – Mirabella Eclano (AV)

11 Roberto Rigacci – Rigacci ’48 – Cerbaia in Val di Pesa (FI)

12 Matteo Pellizzer – Grigoris – Chirignago (VE)

13 Luigi Conte – Conte srl – Carinaro (CE)

14 Alessandro Marigliano – Dolciaria Marigliano – S. Gius. Vesuviano (NA)

15 Attilio Servi – Attilio Servi Pasticceria – Pomezia (RM)

16 Giuseppe Lo Pilo – Officina del grano – Parma

Classifica PANETTONE INNOVATIVO:

1 Angelo Mattia Tramontano – Gran Caffè Napoli 1850 – C.mare di Stabia (NA)

2 Gabriele Ciacci – Opera Waiting – Poggibonsi Siena

3 Guglielmo Cavezza – Mommy Cafè – Cicciano Napoli

4 Germano Labbate – Gerri Pasticceria – Agnone – Isernia

5 Samuel Gonzalez – Pasticceria La Cioccolatosa – Cavalcaselle – Verona

6 Maria Pastore – Pasticceria Pastore – Anzano di Puglia (FG)

7 Giulia Paronuzzi – Pasticceria Al Theatro – Venezia

8 Alessandro Battistini – Pasticceria Battistini – Parma

9 ex-equo Elena Gaddoni – Nuova Pasticceria Lady – S. Secondo Parmense (PR)

9 ex-equo Francesco Di Rosa – Pasticceria Di Rosa – Giugliano (NA)

11 Vincenzo Faiella – Pasticceria Pina – San Marzano su Sarno (SA)

12 Lucia Falena – Pasticceria Falena – Atina (FR)

13 Orlando Guzman – Le Delizie – Vicoforte (CN)

14 Gabriella Oliviero – Colle d’Ercole – Montesarchio (BN)

15 Cristiano Quagliotti – Pasticceria Quagliotti – Fornovo (PR)

16 Alessandro Luccero – Pasticceria Dolcestilnovo – Cassino (FR)

Classifica PANETTONE AL CAFFÈ:

1 Stefano Castagnoli – Panificio Castagnoli – Parma

2 Giancarlo Sensini – Panificio Zaccarini – Parma

3 Alessandro Masia – Pastry chef, libero professionista

4 Riccardo Primiani – Pasticceria da Teo – Sorbolo – Parma

Classifica PASTRY QUEEN:

1 Vanna Scattolini – Madamadorè – San Pietro In Cariano (VR)

2 Maria Pastore – Pasticceria Pastore – Anzano di Puglia (FG)

3 Giulia Paronuzzi – Pasticceria Al Theatro – Venezia

4 Elena Gaddoni – Nuova Pasticceria Lady – San Secondo Parmense (PR)

5 Lucia Fallena – Pasticceria Falena – Atina (FR)

6 Gabriella Oliviero – Colle d’Ercole – Montesarchio (BN)

La premiazione si svolgerà a Febbraio 2020, nell’anno di Parma Capitale della Cultura e delle Olimpiadi di Tokyo 2020, un gemellaggio insolito tra gastronomia e sport.

“Tenzone del Panettone” ed è subito folla, uno chef stellato da Tokio a Parma

Lo chef stellato giapponese Yahei Suzuki e Donato Troiano

Informacibo intervista lo chef stellato Yahei Suzuki del ristorante “Piatto Suziki” a Tokyo

Panettone ed è subito folla, uno pastrychef stellato da Tokio a Parma

Condividi L'Articolo

L'Autore