Nasce l’associazione Gente di lago e di Fiume di Marco Sacco

Da movimento a sodalizio: in arrivo un grande festival a ottobre dedicato al pesce d'acqua dolce e alle acque interne

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 13/06/2018

Il Movimento Gente di Lago di Marco Sacco è diventato ufficialmente associazione e allarga la sua rete.

“Confermo che l’associazione è nata una decina di giorni: di chiama Associazione Gente di Lago e di Fiume, in modo da rappresentare l’intero sistema delle acque interne, che partono dalla montagna e arrivano fino al mare, non sono un sistema diviso” spiega lo chef Marco Sacco, due stelle Michelin con il suo ristorante Piccolo Lago di Mergozzo, presidente della neonata associazione e fondatore del Movimento Gente di Lago.

Del sodalizio fanno parte “ittiologi industriali, “gente di lago” vera e propria, come pescatori imprenditori, albergatori, professionisti in diversi settori” prosegue Sacco: “Siamo un’ associazione non autoreferenziale, ma aperta a tutte le proposte e professioni che possano sviluppare un dibattito costruttivo sulle acque interne, partendo dal loro passato, storia e peculiarità, fino a riflettere sul loro futuro”.

I soci fondatori sono 27, con una missione: sollevare interesse e sollecitare impegno a favore del mondo di acqua dolce, in modo interdisciplinare e tra diversi territori, di lago e di fiume.

“L’idea di diventare associazione è proprio per farla crescere” prosegue lo chef “Volevo che fosse qualcosa in grado di espandersi, sul territorio nazionale e anche oltre confine. Presto ci sarà il nuovo sito web e un conto corrente dedicato per chi vuole fare donazioni. Intanto stiamo preparando il primo evento all’Isola Pescatori a ottobre prossimo”.

Sarà un festival di più giorni all’Isola Pescatori, sul lago Maggiore. Il 7 e 8 ottobre  si alterneranno piatti curati da cuochi stellati, animazione, momenti culturali, approfondimenti e cena di gala al grand hotel Villa Aminta.

Un lavoro di squadra per un patrimonio collettivo, il lago e il fiume, a cui collabora tutto il territorio: pro loco, chef, ristoratori, esperti. 

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista