Arrivano i nuovi biscotti Pan di Stelle: la sfida dei biscotti ripieni

Si chiamerà Biscocrema e sarà disponibile da metà gennaio 2020, assieme a un nuovo formato famiglia della crema Pan di Stelle

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 02/12/2019

E’ ufficiale: dopo i “Nutella Biscuits di Ferrero, è la volta del “Biscocrema” di Pan di Stelle: un biscotto dalla frolla al cacao, ripieno di crema Pan di Stelle e ricoperto da un sottile strato di cioccolato con “incastonata” l’iconica stella bianca di crema al latte.

Come tutti i prodotti della gamma Pan di Stelle, brand appartenente al gruppo Barilla, sarà un prodotto senza olio di palma. Il nuovo “Biscocrema” coniuga tre diverse componenti: la friabilità del biscotto al cacao, la cremosità della crema Pan di Stelle e la delicata croccantezza del cioccolato.

Questi profumati biscottini, ideali per un uno spuntino goloso o come mini dessert per accompagnare un caffé o un fine pasto, saranno venduti in monoporzioni da 28 grammi. Ogni confezione conterrà due biscotti, la soluzione ideale per un consumo in casa ma anche per fornire un equilibrato valore nutrizionale e il giusto apporto calorico, non eccessivo. La porzionatura aiuta quindi ad avere il quantitativo calorico indicato, senza “esagerare”.

Dal punto di vista della produzione, la “sfida” di assemblare la frolla, la crema e il cioccolato con la stella di crema al latte in un biscotto è stata vinta attraverso l’utilizzo di un’innovativa tecnologia già in casa Barilla.

Da gennaio 2020, arriverà sul mercato, insieme al nuovo “Biscocrema”, anche un nuovo formato famiglia da 480 g della Crema Pan di Stelle, oltre al classico vasetto da 330 g.

Oggi Pan di Stelle è un brand molto amato, seguito da milioni di persone, sui social o attraverso la app iSogni, e i suoi prodotti sono protagonisti di tante gustose ricette.

biscotti pan di stelle 

Alla base del successo di Pan di Stelle afferma Francesco Del Porto, Presidente Regione Italia del Gruppo Barilla c’è la passione per il prodotto unita alla forza evocativa e alla magia di questa marca, che riporta tutti alla fanciullezza, che libera e tocca quella parte più spontanea e genuina di ciascuno di noi. Ma Pan di Stelle è anche attenzione alla qualità degli ingredienti, all’impatto che le filiere hanno sull’ambiente e sulle comunità. Un anno fa abbiamo lanciato un prodotto, la Crema Pan di Stelle, che ha avuto grande successo e ha contribuito a far crescere la categoria dell’11% a valore. Siamo orgogliosi di presentare oggi un biscotto che rappresenta un’altra tappa del percorso di questo marchio, che in pochi anni ha saputo entrare nel cuore delle persone. Nel brand Pan di Stelle ritroviamo tutti i valori del nostro unico modo di fare impresa, ‘Buono Per Te, Buono Per Il Pianeta’”.

 Particolare attenzione viene riservata al profilo nutrizionale, conseguito grazie anche alla sostituzione dell’olio di palma principalmente con l’olio di girasole alto oleico a minor contenuto di grassi saturi.

Una filiera sempre più sostenibile

Così come i prodotti dell’intera gamma, “Biscocrema” racchiuderà all’interno tutta la bontà e la qualità straordinaria degli ingredienti Pan di Stelle, tra cui le nocciole 100% italiane. Come tutti i prodotti del Gruppo Barilla, anche Pan di Stelle ha eliminato completamente l’olio di palma, sostituendolo principalmente con l’olio di girasole, materia prima che sarà al 100% sostenibile entro il 2020 (lo è già oggi per il 70% degli approvvigionamenti). Inoltre, obiettivo del marchio è utilizzare entro il 2020 il 100% di farina di grano tenero da agricoltura sostenibile, in linea con i dettami della “Carta del Mulino” . Si tratta di un insieme di 10 regole per la coltivazione sostenibile del grano tenero, con il quale Barilla non solo porta qualità nei prodotti, ma supporta il lavoro degli agricoltori e favorisce la biodiversità salvaguardando gli insetti impollinatori.

Qualità e sostenibilità non passano solo per le materie prime: “Biscocrema”, così come l’intera gamma Pan di Stelle, è “Buono per il Pianeta” anche perché ha un pack progettato per il riciclo.

Non da ultimo, è “Buono per le Comunità” in quanto il suo cacao è prodotto prestando attenzione anche alle necessità primarie di chi lo produce.

 

Il sostegno a Cocoa Horizons

Pan di Stelle supporta i progetti in Costa d’Avorio promossi dalla Fondazione Cocoa Horizons, l’organizzazione senza scopo di lucro creata da Barry Callebaut, il più grande trasformatore di cacao al mondo. Con questo progetto, dal titolo “Un Sogno chiamato Cacao”, il brand, a partire dal 2017, finanzia interamente alcuni progetti speciali in Costa d’Avorio, come “Safe Water”, che ha visto la creazione di un pozzo nel paese di Djangobo, dove vivono quasi 7.300 persone, di cui circa 3.000 bambini, per dare a tutti acqua pulita e potabile. Quest’anno tra i progetti di estrema rilevanza, la costruzione di una scuola a Dahiri, che darà a oltre 300 bambini del villaggio la possibilità di imparare a scrivere e leggere e che verrà inaugurata a dicembre 2019.

 

 Il valore del made in Italy e gli ingredienti

La gamma Pan di Stelle viene prodotta esclusivamente in Italia. Nel principale stabilimento in Basilicata, a Melfi (PZ), si producono 650 milioni di Pan di Stelle l’anno e lavorano 350 addetti. Qui Barilla ha investito 250 milioni di euro in trent’anni riuscendo, negli ultimi 10 anni, a dimezzare le emissioni di CO2 e ridurre i consumi di acqua di circa il 30%. Anche alcuni ingredienti, come le nocciole e il latte, sono 100% italiani. Le uova provengono da galline allevate a terra mentre per le farine, si possono controllare tutti i fornitori visionando l’elenco sulla Carta del Mulino.

 

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista