Oro Saiwa Classico: da febbraio prodotto solo con grano italiano

Lo ha annunciato Mondēlez International,  proprietaria dal 2007 del marchio di origini genovesi nato oltre 60 anni fa.

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 20/02/2019

Da questo mese  Oro Saiwa Classico sarà prodotto esclusivamente con grano italiano, proveniente da appezzamenti nelle provincie di Alessandria, Asti, Pavia, Torino e Cuneo nel raggio di 75km dallo stabilimento Saiwa di Capriata d’Orba.

Lo ha annunciato Mondēlez International,  proprietaria dal 2007 del marchio di origini genovesi nato oltre 60 anni fa. La filiera coinvolge 173 aziende agricole, 12 cooperative, 2 molini, e un totale di quasi 2.940 ettari seminati per una produzione complessiva di 14.400 tonnellate di grano.

“Siamo orgogliosi di portare sulla tavola delle famiglie italiane questo nuovo biscotto realizzato con il 100% di grano italiano, che dimostra il nostro impegno di rispondere in maniera efficace alle richieste di un mercato in continua evoluzione, sempre più sensibile alla qualità dell’offerta, delle materie prime e all’attenzione all’ambiente – afferma Silvia Bagliani, direttore generale Snack di Mondelez Italia  – Questo nuovo prodotto è in linea con la scelta strategica di Mondēlez International che, attraverso un ampio portafoglio di marche e prodotti, sia globali che locali, mira ad offrire ai consumatori la possibilità di scegliere e gustare lo snack giusto, nel momento giusto, prodotto nel modo giusto”.

“Per lo stabilimento di Capriata d’Orba e per i nostri dipendenti è un onore contribuire a questo importante progetto di attenzione alle materie prime e al territorio che si realizza con una marca iconica italiana come ORO Saiwa – aggiunge Gabriella Della Porta, Direttrice dello Stabilimento di Capriata d’Orba che sottolinea inoltre l’importanza di Harmony, il programma di Mondēlez International che promuove la biodiversità e le buone pratiche ambientali nella produzione di grano in Europa. Co-creato lungo la filiera del grano, con agricoltori, cooperative e mugnai, il programma richiede l’impegno degli agricoltori partner nel seguire le pratiche sostenibili nella coltivazione e nella lavorazione del grano. I coltivatori Harmony scelgono di preservare l’acqua, prendersi cura del suolo, proteggere la biodiversità e ridurre le emissioni di CO2.

A sua volta Erika Bruzzone, Senior Brand Manager Oro Saiwa, ha sottolineato l’evoluzione delle necessità del consumatore moderno attraverso l’ampliamento della gamma di prodotti, dai classici, a quelli integrali, fino ad arrivare a quelli senza glutine e ha introdotto un tema rilevante per il brand, lo storico legame con iniziative di responsabilità sociale. “Non solo attenzione ai trend di consumo, ma anche vicinanza al territorio, la bontà di Oro Saiwa è a 360°  – continua Bruzzone – infatti, da più di 10 anni la marca è impegnata in molteplici iniziative di carattere sociale promosse dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, dal Banco Alimentare Onlus, dall’Ospedale Gaslini di Genova e da Dynamo Camp. Di recente ORO Saiwa insieme ai dipendenti del gruppo Mondelez in Italia, da sempre legati alla città di Genova, hanno deciso di sostenere, il Civ – Consorzio dei commercianti del quartiere di Certosa a Genova – attraverso una raccolta fondi a sostegno del quartiere, fortemente impattato dal crollo del Ponte Morandi”.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista