Pizza pane e pasticceria di Cheese si tinge di rosa

Cheese 2019 ha deciso di alzare l’asticella: il tema della manifestazione, Naturale è possibile

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 10/07/2019

Sotto il cielo di Bra arrivano, dal 20 al 23 settembre, le protagoniste nazionali del mondo della lievitazione.

Parte così la dodicesima edizione dell’attesa kermesse che ogni due anni trasforma la città di Bra in una vetrina internazionale per i formaggi a latte crudo e ai latticini. L’evento, organizzato da Slow Food e Città di Bra, attira visitatori da tutto il mondo mentre il centro stoico accoglie pastori, casari, formaggiai e affinatori per un momento di confronto sui principali e più attuali temi legati agli aspetti agricoli, economici, sociali e culturali della filiera casearia spaziando dall’attenzione alla qualità delle materie prime, al benessere animale, alla tutela del paesaggio.

Silvia de Paulis, esponente del Comitato esecutivo di Slow Food Italia

«A Cheese 2019 mettiamo in scena la nostra idea di un futuro possibile, fatta di pascoli, di benessere animale, di biodiversità e tutela del territorio». Così Silvia de Paulis, presenta la XII edizione della manifestazione. Dopo le battaglie contro l’utilizzo del latte in polvere, quest’anno Cheese 2019 ha deciso di alzare l’asticella: il tema della manifestazione, Naturale è possibile, costituisce idealmente una tappa del percorso che, partendo dalla battaglia a favore del latte crudo, approda ai formaggi naturali. «Ovvero quelli a latte crudo prodotti senza fermenti selezionati o con fermenti autoprodotti, che esaltano la biodiversità che rende unica ogni forma. Vogliamo così riconsegnare ogni prodotto alla propria storia e al proprio territorio, che siano formaggi, ma anche salumi e pani a cui dedichiamo una fetta di mercato e molti momenti di approfondimento», conclude Silvia de Paulis.

Slow Food con Agugiaro&Figna Molini

Nello spazio Pizza pane e pasticceria che, come ormai consuetudine, è organizzato da Slow Food con Agugiaro&Figna Molini, nove donne daranno vita al primo appuntamento “slow” dove non c’è bisogno di parlare di quote rosa.

Dal Veneto al Lazio, dalla Campania alla Puglia, è giunto il momento di parlare di biodiversità e valorizzazione dell’agroalimentare con una narrazione tutta al femminile. Ecco dunque a Cheese il palcoscenico adeguato per scoprire cosa voglia dire lavorare in un mondo tradizionalmente a trazione maschile, con 12 appuntamenti per scoprire le declinazioni italiane delle signore della farina.

Ne volete sapere di più? Eccovi la pagina di SlowFood

Gli organizzatori

Cheese è organizzata con il sostegno di Regione Piemonte, il contributo dell’Unione Europea, di Fondazione CRT e Fondazione CRC e gli Official Partner: Agugiaro&Figna Molini, BBBell, Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop e della Ricotta di Bufala Campana Dop, CR Bra, Egea, Lurisia, Parmigiano Reggiano Dop, Pastificio Di Martino, Quality Beer Academy, Reale Mutua.

Cheese è un evento a ingresso libero

Condividi L'Articolo

L'Autore