L’originale Torta di San Biagio di Cavriana De.Co e la ricetta per farla a casa

Con cioccolato fondente e mandorle italiane, la ricetta e la storia di questa torta antichissima diventata prodotto De.Co

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 02/02/2021

La torta di San Biagio di Cavriana è un prodotto De.Co (denominazione comunale) a base di mandorle dalle origini antiche tipica della zona del Mantovano.

Gli ingredienti previsti dal diciplinare contemplano solo prodotti senza OGM e anche lo strutto, mentre il burro deve essere in quantità massime del 50% rispetto allo strutto presente.

La tradizione

La torta di San Biagio di Cavriana De.Co, fatta secondo disciplinare, si trova in commercio con tanto di marchio De.Co e prodotta rigorosamente come vuole la tradizione.

A San Biagio infatti, protettore della gola che si celebra il 3 febbraio, non è solo legata la tradizione di mangiare del panettone secco beneaugurante, ma anche questo dolce tradizionale tipico del Mantovano, la Torta di San Biagio, originaria di Cavriana, nel Mantovano, località famosa per le mandorle, conosciute e apprezzate fin dai tempi dei Gonzaga.

La ricetta

La leggenda narra che in antichità questa torta a base di mandorle contasse un diametro di anche 3 metri. Un dolce gigante da consumare con la collettività: la torta veniva poi tagliata ed offerta al pubblico in Piazza Castello.

La torta De.Co prevede tra gli ingredienti anche limone, rum, anice stellato e aroma di vaniglia. Il cioccolato fondente utilizzato deve avere intensità di almeno il 55%.

Qui potete leggere il disciplinare completo della Torta di San Biagio di Cavriana, e in fondo all’articolo una ricetta facile per provare a farla a casa. 

Disciplinare-della-torta-di-San-Biagio-De.Co_.-di-Cavriana-Mn

Torta di San Biagio

La torta di San Biagio è una torta di pasta frolla senza uova con un ripieno rustica di cioccolato fondente e mandorle tritate. Il 3 febbraio a Cavriana, in provincia di Mantova, si celebra il santo patrono San Biagio preparando questa golosa crostata che piace a tutti. Ricordate di far riposare la pasta almeno mezz’ora, altrimenti potrebbe essere difficile stenderla perchè ancora troppo elastica. Al ripieno si può aggiungere scorza di limone, anice stellato, un goccio di rum. C’è chi ha provato ad aggiungere una tazzina di caffè all’impasto.

Ingredienti

  • 300 g Farina tipo 0
  • 70 g Burro
  • 1 pizzico Sale
  • 3 Uova medie
  • 90 g Zucchero
  • 120 ml Vino bianco secco
  • 200 g Mandorle pelate
  • 100 g Cioccolato fondente

Istruzioni

  1. Cominciate preparando la base, impastando la farina con 30 grammi di zucchero, il sale, il burro ammorbidito, il vino. Formate una palla e fate riposare coperta da pellicola in luogo a temperatura ambiente tiepida per almeno mezz’ora.

  2. Intanto tritate il cioccolato, e le mandorle assieme allo zucchero rimasto.
  3. Aggiungete alle mandorle e al cioccolato le altre due uova e mescolate bene.
  4. Ora riprendete l’impasto, stendetelo con il matterello e adagiatelo su una teglia da forno imburrata e infarinata.
  5. Stendete ora sopra la base anche i 2/3 dell’impasto di cioccolato e mandorle. Livellate bene.
  6. Con le strisce di pasta rimaste decorate la superficie della torta e spennellatele con uovo sbattuto.
  7. Infornate in forno statico già caldo per 180 gradi per circa 40 minuti.
  8. Lasciate intiepidire e servite.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista