fbpx

Torta Madesimo con grano saraceno e mirtilli: ricetta del dolce tipico della Valchiavenna

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 20/09/2021

La torta con grano saraceno è tipica della cucina di montagna: in Alto Adige si chiama Schwarzplententorte e viene farcita con la marmellata di ribes, in Lombardia c’è invece la Torta Madesimo, il dolce simbolo dell’omonimo comune in Valchiavenna.

Questa valle lombarda, confinante con la Valtellina, ha un patrimonio gastronomico notevole custodito nei crotti, i ristoranti tipici ricavati dalle cantine naturali dove si mettono formaggi e salumi a stagionare. Oltre a Brisaola, Bitto, gnocchetti, polenta e secondi di carne, la cucina tipica della Valchiavenna include anche diversi dolci: dalla torta fioretto, che prende il nome dai fiori di finocchio selvatico sminuzzati sulla sua superficie, ai Biscotìn de Pròst, prodotto storico nato nella frazione di Prosto, fino alla Torta Madesimo. 

La Torta Madesimo

torta-di-grano-saraceno

Il grano saraceno è un prodotto fortemente identitario della Valtellina e della Valchiavenna. Ingrediente tipico dei pizzoccheri valtellinesi, piatto simbolo di Teglio (da non confondere con i pizzoccheri bianchi della Valchiavenna), il grano saraceno viene usato anche per preparare torte soffici, profumate e che racchiudono tutto il sapore della montagna grazie all’utilizzo di mirtilli e frutta secca.

Se vi piacciono le torte, provate anche queste ricette:

Torta Madesimo

Una torta a base di grano saraceno e mirtilli, tipica della Valchiavenna

Piatto Dessert
Cucina lombarda
Keyword torta

Ingredienti

  • 5 uova fresche
  • 200 g zucchero semolato
  • 300 g farina 00
  • 150 g farina di grano saraceno
  • 250 g burro
  • 1 bustina lievito per dolci
  • noci tritate a piacere
  • 400 g marmellata di mirtilli

Istruzioni

  1. Mescolare le uova fresche con lo zucchero per qualche minuto in modo da ottenere un composto spumoso e gonfio.

  2. Aggiungere il burro a temperatura ambiente e tagliato a pezzettini: unire un pezzettino per volta e far assorbire prima di aggiungere il successivo.

  3. Una volta amalgamato il burro, unire le farine setacciate con il lievito, quindi le noci tritate: l'impasto finale sarà simile alla pasta frolla.

  4. Dividere la pasta in due porzioni, una leggermente più grande dell'altra: con un mattarello, stendere la pasta più grande in un disco non troppo sottile e metterlo in una teglia da forno.

  5. Spalmare la marmellata di mirtilli sulla pasta già stesa lasciando liberi i bordi, quindi stendere sopra l'altra metà di pasta.

  6. Cuocere in forno già caldo a 180° per 40 minuti: lasciar raffreddare prima di servire, meglio se con un po' di panna montata.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici