fbpx

Why Nut: a Milano la prima nut roastery con frutta secca dalla colazione all’aperitivo

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 15/10/2021

Frutta secca e disidratata dalla colazione alla cena: è la filosofia di Why Nut, la prima nut roastery d’Italia aperta a Milano da pochi mesi.

L’obiettivo? Servire pasti sani ma gustosi a prezzi accessibili, offrendo un’alternativa a colpi di mandorle tostate, spalmabili con percentuali di frutta secca oltre il 50%, mix creati ad hoc introvabili altrove ma anche wrap con impasto a base di farine speciali.

Clai - la felicità è condividere

Caffè e nut roastery

why-nut-milano-locale

Why Nut è il primo locale aperto da Madi Ventura, azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di frutta secca e disidrata.

L’idea, spiega Michele Ingala, retail manager Why Nut, “è stata concepita prima del lockdown, perché volevamo raggiungere il consumatore finale: abbiamo avuto molti mesi per capire che tipo di locale aprire in modo che fosse adatto anche alle nuove esigenze nate dopo il Covid”.

Così, la scorsa primavera Why Nut ha alzato la serranda in corso di Porta Ticinese 100, di fronte alla basilica di S. Eustorgio sulla quale affaccia il dehors. “L’idea è aprire altri locali Why Nut nei prossimi anni, raddoppiando a Milano e poi raggiungendo anche altre città”.

Scopri anche le gastronomie storiche di Milano, da quelle blasonate alle più nascoste

Il menù

why-nut-milano

Il menù di Why Nut mette al centro la frutta secca, ovviamente, ed è stato concepito in un’ottica flexitariana, cioè con poca carne. Protagonista del locale è la Nut Roastery (nella foto qui sopra), un corner interamente dedicato alla frutta secca dove acquistare una serie di prodotti ideati in esclusiva per il locale.

Qualche esempio? “Abbiamo creato 10 mix di frutta secca e disidratata in esclusiva con ingredienti di alto livello difficilmente reperibili altrove, come il caco essiccato proveniente da una cascina emiliana o il dragon fruit essiccato“. In vendita anche Nuts&More, cioè frutta secca speziata particolare come gli anacardi alla milanese, con cipolla e zafferano, mandorle sale e pepe, nocciole con cacao e cocco, e una linea di creme spalmabili con tre ingredienti al massimo e un’alta percentuale di frutta secca.

Ha aperto Mercato Centrale Milano con botteghe del gusto, ristoranti e spazi eventi

Dalla colazione all’aperitivo

Se per colazione ci sono  cake monoporzione, brioche lievitate 12 ore, smoothies ed estratti, le proposte food per pranzo e cena spaziano dalle insalate ai poke, dai wrap con impasto “inventato da noi a base di farine semi integrali con curcuma, semi di lino, canapa e zucca” a piatti caldi leggeri come ceci e baccalà, fino agli smørrebrød, fette di pane finlandese “preparato da una piccola panetteria di Milano” con varie farciture. Il tutto reperibile anche in formato “Prendi e Why”.

Ogni weekend è previsto il brunch e tutti i giorni si può fare un aperitivo con drink classici “e inventati da noi e una piccola proposta di stucchini home made”.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici