Wine2wine Exhibition: appuntamento di Veronafiere per il rilancio del vino

In programma dal 22 al 24 novembre 2020 preceduto il 21 novembre da “Opera Wine”

di Donato Troiano

Ultima Modifica: 26/09/2020

A novembre ritorna una vera e propria fiera “fisica” del vino italiano.

La prima grande manifestazione del vino italiano post Covid sarà Wine2wine Exhibition, il nuovo format dell’ecosistema Vinitaly, in programma a Veronafiere dal 22 al 24 novembre 2020, in contemporanea a wine2wine Business Forum. Tre giornate al servizio delle aziende, rivolte ad un pubblico b2b e b2c e con l’obiettivo sostenere il rilancio del mercato e del sistema-Italia, dopo la fase di lockdown e in vista della ripartenza della Fase 3.

In questi mesi abbiamo ascoltato le esigenze del settore” spiega il direttore di Veronafiere Giovanni Mantovani “e a mano a mano che la vendemmia si avvicina, siamo consapevoli che uno dei problemi sarà quello delle giacenze di troppo. Per questo abbiamo pensato ad un evento rivolto al business che possa essere anche di rilancio per tutto il comparto”.

Tre giornate al servizio delle aziende, rivolte ad un pubblico b2b e b2c e che chiama a raccolta istituzioni pubbliche, regioni e consorzi, in collaborazione con ministero delle Politiche agricole, ministero degli Affari esteri e l’Agenzia Ice, impegnata insieme a Veronafiere nell’attività di incoming dei buyer stranieri.

L’iniziativa è stata presentata in streaming da Maurizio Danese, presidente di Veronafiere, e Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere. All’incontro online, moderato da Gennaro Sangiuliano, direttore del Tg2, sono intervenuti Carlo Maria Ferro, presidente di ICE-Agenzia, e Federico Sboarina, sindaco di Verona, preceduti dai contributi di Luigi Di Maio, ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Teresa Bellanova, ministra delle Politiche agricole, alimentari e forestali, e Luca Zaia, presidente della Regione del Veneto. Oltre mille gli utenti registrati che si sono collegati, tra aziende e giornalisti.

La dichiarazione di Maurizio Danese

“Wine2wine Exhibition– ha dichiarato il presidente Danese –coniuga gli indirizzi definiti dal Patto per l’export con le esigenze di nuove iniziative che sappiano valorizzare al massimo le potenzialità della presenza fisica con quelle degli strumenti digitali. Un nuovo modello per un rilancio dell’attività fieristica e tramite di essa dell’economia italiana, delle imprese e dei nostri prodotti del made in Italy”.

I commenti di Luigi Di Maio e Teresa Bellanova

Wine2wine Exhibition si inserisce all’interno del Patto per l’export, come ha ricordato il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, intervenendo alla presentazione in streaming: “Il rilancio del Made in Italy e del sistema fieristico italiano sono tra le priorità del Patto per l’export che abbiamo sottoscritto l’8 giugno insieme a ministeri, enti pubblici e associazioni di categoria del mondo imprenditoriale. Wine2wine è l’espressione tangibile della resilienza, della vitalità e della creatività di un settore che è una delle principali eccellenze del Paese, che mette a fattore comune il prodotto con il suo territorio e la sua cultura”.

Grazie alla partnership con ICE sarà assicurata la presenza di oltre 300 operatori provenienti dai mercati europei. L’intera comunità internazionale di buyer potrà accedere online a incontri b2b virtuali, masterclass e degustazioni guidate.

Abbiamo attraversato un periodo difficile” ha ricordato la ministra delle Politiche Agricole Teresa Bellanova “e il vino è stata una delle filiere che più hanno sofferto in questa fase. È giusto quindi dedicare attenzione e azioni concrete a questo comparto strategico. Il vino è l’Italia. Ne siamo ben consapevoli. E faremo di tutto perché il vino, come l’Italia, possa tornare a correre. Il contributo dell’appuntamento di Verona, a novembre, sarà quindi decisivo per proseguire in questo percorso di rilancio”.

Wine2wine Exhibition rappresenta un progetto inedito per far fronte a un tempo straordinario e con cui Veronafiere vuole dare una risposta positiva alle esigenze dei produttori, prima fra tutte, la necessità di riprendere il dialogo con la comunità del vino nazionale e internazionale. Si caratterizza come il primo grande evento unitario in autunno rivolto al comparto vitivinicolo che chiama a raccolta istituzioni pubbliche, regioni e consorzi, in collaborazione con ministero delle Politiche agricole, ministero degli Affari esteri e ICE-Agenzia.

Wine2wine Exhibition è stata sviluppata secondo i protocolli di sicurezza #safebusiness, concordati dai maggiori operatori fieristici italiani e dalle autorità sanitarie. In campo anche gli ultimi strumenti digitali per permettere all’intera comunità internazionale di buyer di partecipare online a incontri b2b virtuali, masterclass e degustazioni guidate.

Domenica 22 novembre l’ingresso ai winelover

L’evento prevede domenica 22 novembre l’ingresso ai winelover e la possibilità di vendita diretta al consumatore, mentre le altre due giornate sono riservate agli operatori del settore, e si sviluppa su tre padiglioni: il 9, il 10 e il 12, con l’accesso dalla nuova porta Re Teodorico, su viale dell’Industria.

Lunedì 23 e martedì 24 ingresso riservato esclusivamente ad operatori del settore. 

I produttori di Opera Wine

Il 21 novembre si svolgerà “Opera Wine” Ex Gallerie Mercatali, Verona, Italy

Condividi L'Articolo

L'Autore