fbpx

Gruppo CLAI a Cibus tra investimenti futuri e showcooking stellati

di Simone Pazzano

Ultima Modifica: 07/05/2018

I brand del Gruppo, Zuarina e CLAI, tra i protagonisti di Cibus 2018. Le parole d’ordine: tradizione, qualità e artigianalità italiana

Il Gruppo CLAI – Carni e Salumi si presenta a Cibus 2018 proponendo al mercato la sua dimensione di azienda nazionale e internazionale. Nell’importante vetrina di Parma, il Gruppo intende mostrare e valorizzare le sue specificità distintive, come la selezione di carne esclusivamente 100% italiana che arriva da suini nati e allevati nel nostro Paese attraverso un filiera integrata di proprietà.

Per tutta la durata di Cibus, lo stand del Gruppo CLAI (padiglione 3 – fila B 030) prevede iniziative e show cooking che vedono protagonisti alcuni dei nomi più celebri del panorama enogastronomico italiano. Sono in programma infatti cooking show dello chef Max Mascia – 2 Stelle Michelin con il Ristorante San Domenico di Imola – e di Erica Liverani e Lorenzo De Guio (MasterChef 2015), oltre a degustazioni proposte dagli esperti salumieri delle Macellerie del Contadino CLAI.

Gruppo CLAI Carni e Salumi

I due brand del Gruppo: Zuarina e Clai

Il Gruppo Clai opera sia nel settore dei salumi che in quello delle carni fresche bovine e suine, con una filiera formata da soci lavoratori e da soci allevatori. L’azienda coltiva terreni, gestisce l’allevamento proprio e il conferimento del bestiame da parte dei soci allevatori, inoltre svolge internamente ogni fase della lavorazione, dalla macellazione alla produzione, controllando l’intera filiera delle carni. La tavola dei consumatori è raggiunta non solo attraverso i diversi canali di vendita in cui opera la cooperativa (GDO, ingrosso, dettaglio, HoReCa) ma anche attraverso la rete locale di punti vendita propri, in cui l’obiettivo è quello di sviluppare un rapporto quotidiano con il consumatore finale.

Zuarina, storico salumificio di Langhirano, dal 1860 ha esperienza nell’artigianalità del “saper fare” il prosciutto di Parma. Rinomato per la sua caratteristica dolcezza, è un prodotto conosciuto e apprezzato nel mondo. Per il prosciuttificio il 2017 è stato un anno molto positivo in particolare per il consolidamento della posizione commerciale in Giappone, Francia e Stati Uniti e per la partecipazione a Fico Eataly World. L’obiettivo del 2018: continuare il trend di crescita. Inoltre, dalla seconda metà dell’anno, nella gamma vi sarà anche l’Antico Rustico Zuarina, un prosciutto stagionato nel rustico adiacente allo stabilimento.

CLAI, Cooperativa Lavoratori Agricoli Imolesi (fondata nel 1962), è una cooperativa agricola che opera nell’agroalimentare sia nel settore dei salumi, con una particolare specializzazione nel segmento del salame, che in quello delle carni fresche bovine e suine. Due sono gli stabilimenti principali: quello di Sasso Morelli di Imola (BO) dedicato alla produzione dei salumi e quello a Faenza (RA) dedicato alla macellazione e al sezionamento dei bovini e dei suini, in cui vengono adottate procedure avanzate per assicurare il benessere animale e alti standard di qualità nel sistema di trasformazione e lavorazione. Il fatturato di CLAI del 2017 è stato di 260 milioni di euro. Negli ultimi dieci anni lo sviluppo del comparto export è stato continuo e costante, fino a raggiungere nell’ultimo anno l’incidenza del 19% sul fatturato. Le esportazioni hanno sbocco in oltre 30 nazioni differenti, anche se i volumi si suddividono principalmente tra Gran Bretagna, Francia, Spagna e Germania.

Gruppo CLAI Carni e Salumi

Il Gruppo Clai: 17 milioni di investimenti

Con l’obiettivo di perseguire qualità, innovazione e rispetto per l’ambiente, per CLAI è in corso un investimento di circa 15 milioni di euro, che prevede importanti ampliamenti sia dello stabilimento di produzione e stagionatura salumi di Sasso Morelli (Imola), che dello stabilimento di macellazione di Faenza. Mentre per Zuarina sono previsti investimenti per oltre 2 milioni di euro per lo stabilimento di Langhirano.

Tra il 2003 ed il 2004, CLAI è stata la prima azienda in Italia nel settore salami a costruire un impianto di produzione ad elevata automazione, oggi in corso di ulteriore sviluppo. L’ultima innovazione introdotta è il dispositivo “Meat Master”, un avanzato sistema tecnologico che analizza la carne in procinto di essere lavorata, garantendone il controllo istantaneo delle caratteristiche nutrizionali. Ciò consente di accrescere la qualità produttiva e garantire la sicurezza e l’uniformità d’impasto di ogni lotto di carne.

La sostenibilità ambientale è da sempre un tema caro a CLAI: un esempio concreto è la realizzazione dell’impianto di biogas per la produzione di energia elettrica e calore da sottoprodotti aziendali. Il progetto è stato sviluppato sulla base di un’analisi effettuata dai dati provenienti dal piano annuale di alimentazione con l’obiettivo di produrre energia, attraverso la valorizzazione di sottoprodotti e scarti di macellazione.

Cibus 2018, il programma del Gruppo CLAI – Carni e Salumi

Padiglione 3 – fila B 030

  • Lunedì 7 maggio dalle ore 12:30 alle 15:00 e dalle 16:30 alle 18:30, show-cooking dello chef Max Mascia (2 Stelle Michelin con il Ristorante San Domenico di Imola)
  • Martedì 8 maggio dalle ore 12:30 alle 15:00, show-cooking dello chef Max Mascia (2 Stelle Michelin con il Ristorante San Domenico di Imola)
  • Martedì 8 maggio dalle ore 16:30 alle 18:30, degustazione proposta dagli esperti salumieri delle Macellerie del Contadino CLAI
  • Mercoledì 9 maggio dalle ore 12:30 alle 15:00 e dalle 16:30 alle 18:30, show-cooking di Erica Liverani e Lorenzo De Guio (MasterChef 2015)
  • Giovedì 10 maggio dalle ore 12:30 alle 15:00, degustazione proposta dagli esperti salumieri delle Macellerie del Contadino CLAI

Segui qui i nostri aggiornamenti da Cibus 2018 e sui social con il nostro hashtag: #informacibus.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Giornalista

Curioso prima di tutto, poi giornalista. E questa curiosità della vita non poteva che portarmi ad amare i viaggi e il cibo in ogni forma. Fotocamera e taccuino alla mano, amo imbattermi in storie nuove da raccontare.