La birra nella distribuzione moderna, i dati rilevate da Iri

A Milano la presentazione della nuova ricerca condotta dell'Osservatorio Birra

di Redazione

Ultima Modifica: 27/11/2018

Dal 2010 al 2017 le birre speciali sono cresciute del +49,5% a volume e del +69,7% a valore.

Tutto bene allora per il settore delle birre? Si e no.

Secondo l’Osservatorio Birra della Fondazione Birra Moretti, siamo ancora il Paese europeo con il consumo pro capite più basso d’Europa.

Ma anche – rileva sempre la ricerca dell’Osservatorio Birra- quello che si dimostra più dinamico, grazie al traino delle birre cosiddette “speciali”.

Ma il trend positivo si sta interropendo?

Nei primi nove mesi dell’anno le vendite nella distribuzione moderna (iper+super+libero servizo+cash and carry) rilevate da Iri calano a volume dello 0,2% mentre a valore mantengono solo un +1%. E solo grazie alle birre Premium e Speciali che mantengono un tasso di crescita apprezzabile, anche se in rallentamento.

Un’estate moderatamente calda non ha certo favorito il consumo e da maggio a settembre si realizza quasi il 50% delle vendite complessive. Tuttavia le temperature sono rimaste sopra le medie stagionali fino a ottobre.

In dettaglio, Iri registra nei primi dieci mesi del 2018 un valore delle vendite nella Gdo vicinissimo al miliardo di euro, con una pressione promozionale che rimane elevata: il 50%. Ma ora, domani mercoledì, arriva la ricerca dell’Osservatorio birra.

Milano: presentazione della ricerca condotta dall’Osservatorio Birra

Ma ne sapremo certamente di più domani, 29 novembre a Milano, in occasione della presentazione della quarta ricerca dell’Osservatorio birra, promossa da Fondazione birra Moretti: Ore 11,30. Palazzo Lombardia.

Condividi L'Articolo

L'Autore