fbpx

Oroscopo in Cucina: Toro

Spaghettino quadrato, umeboshi e lamponi sotto sale

di Giulia Milani

Ultima Modifica: 16/04/2021

Dal 21 aprile entriamo nel segno del Toro. Questo significa che torna l’appuntamento con la G-Astrologia, la rassegna che riunisce la gastronomia all’astrologia. Dalla collaborazione di Informacibo con il pastificio La Molisana nascono 12 diverse ricette, ognuna creata appositamente per un segno zodiacale, con l’ingrediente e il formato di pasta che più si addicono alla sua personalità. Grazie alla nuova Capsule Collection La Molisana, ogni ricetta, potrà poi essere servita sul suo piatto personalizzato corrispondente.

Il Toro è, dopo l’Ariete, il secondo segno dello Zodiaco e a lui lo chef Stefano De Gregorio ha dedicato lo Spaghettino quadrato, umeboshi e lamponi sotto sale.

oroscopo-in-cucina-toro-spaghettino-quadrato-la-molisana

Toro, il primo segno di terra dello zodiaco

Dal 21 aprile al 20 maggio il Sole si trova nel Toro, il secondo segno dello zodiaco. Il Toro è un segno di terra considerato un segno fisso perché nasce nel centro della stagione a cui appartiene, la primavera. Come tutti i segni di centro stagione, il Toro ha la caratteristica tipica di tendere a maturare, a rafforzare ed infine a consolidare le proprie idee; è legato al passato ma aperto al futuro. 

I nati sotto il segno del Toro si riconoscono per la calma, la tenacia, la lealtà, la pazienza e la propensione a riflettere prima di agire. La loro energia, come quella della Terra, si sviluppa lentamente ed è volta alla riflessione ed alla prudenza, dando stabilità al segno e ancorandolo al mondo reale e materiale. Hanno un carattere tranquillo e tenace ma, allo stesso tempo, sono amanti della vita nei suoi aspetti più semplici e genuini. Metodici e pazienti sono l’incarnazione del “vivi e lascia vivere”.

Il Toro è governato dal pianeta Venere, la dea dell’amore e della bellezza, che lo rende sensibile, sensuale e passionale. Le persone che compiono gli anni da metà aprile a metà maggio sono caratterizzati da buon gusto estetico e da una tendenza al romanticismo fiabesco.

toro-oroscopo-in-cucina-spaghettino-quadrato-la-molisana
Spaghettino quadrato, umeboshi e lamponi sotto sale di chef Stefano De Gregorio

Spaghettino quadrato, umeboshi e lamponi sotto sale: la ricetta del Toro

Il piatto perfetto per il Toro è lo Spaghettino quadrato, umeboshi e lamponi sotto sale. Con questa ricetta lo chef Stefano De Gregorio ha voluto creare un insieme di ingredienti e sapori che riflettessero il carattere complesso del Toro, dotato di grande energia, tenacia e concretezza da un lato, ma anche forte passione, sensualità e gelosia.

A simboleggiare la pragmaticità dei Toro è lo Spaghettino Quadrato 11 de La Molisana. Un po’ quadrati come lo spaghettino, i nati sotto questo segno sono convinti delle loro idee e si ostinano a difenderle fino all’ultimo. Allo stesso tempo, con i suoi 1.75 centimetri di spessore lo spaghettino è perfetto per chi come i Toro apprezzano la semplicità e la concretezza. La loro voglia di possedere beni materiali li porta porta a volere ed apprezzare la casa e la famiglia, alla costante ricerca di stabilità e di “cose che durino nel tempo”.

Per soddisfare la loro costante ricerca del bello, lo chef propone un condimento a base di umeboshi e lamponi sotto sale. D’altronde è pur sempre un segno di Terra governato da Venere e necessita di sapori e colori intensi che rispecchino la sua energia inesauribile e la sua passionalità in amore. Il Toro è forse il segno più ricco di amore dello Zodiaco, un amore fisico e sensuale, avvolgente come la dolcezza del lampone. Ma quando lo fate ingelosire… attenzione alle spine! È proprio l’istinto possessivo di questo segno che lo chef ha voluto sottolineare con l’aggiunta di umeboshi, che insieme al sale dei lamponi completa il piatto con un ultima nota sapida. 

oroscopo-in-cucina-toro

Il lampone, frutto della Terra dinamico e passionale

I lamponi, rossi come la passione, sono l’ingrediente perfetto per il Toro. Sono i frutti di un arbusto spinoso appartenente alla famiglia delle Rosacee che cresce spontaneamente in tutta Europa e in Asia orientale. La fioritura avviene normalmente tra maggio e giugno mentre il frutto matura in estate-inizio autunno. Il lampone (Rubus idaeus L.) è composto da un aggregato di piccole drupe ed è caratterizzato da un sapore dolce-acidulo. Se consumato fresco, fornisce all’organismo ottime quantità di acido citrico, vitamine (in particolare C e K), fibre e fruttosio.

In cucina, i lamponi sono particolarmente utilizzati in pasticceria e gelateria. Possono essere aggiunti al naturale come guarnizione di torte e dessert, oppure essere trasformati in succhi, marmellate e preparati per gelati. Hanno poi un ruolo da protagonista in uno dei classici della pasticceria: il coulis, una salsa utilizzata come guarnizione per la panna cotta, la bavarese e il cheesecake.

Il loro sapore delicato tra il dolce e l’acidulo li rende ottimi anche in ricette salate. Possono essere utilizzati per aggiungere una nota dolce ad arrosti e brasati, sia cuocendoli insieme alla carne che aggiungendoli sotto forma di salsa, oppure dare un gusto speciale ad insalate ricche. I lamponi possono inoltre essere  Si possono preparare la pasta ai lamponi, come lo Spaghettino quadrato, umeboshi e lamponi sotto sale, il risotto ai lamponi, o ancora il cous cous con tacchino e lamponi.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Contributor

Blogger e web editor, laureata in Scienze Gastronomiche a Parma, con Master in Cultura del Cibo e del Vino a Venezia. Appassionata di eno-gastronomia e della cultura che rappresenta questo mondo.