Glovo: aperta la prima Cook Room italiana a Milano

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 06/03/2020

Glovo, la piattaforma internazionale di anything delivery presente con oltre 5.000 partner in più di 100 città del Paese, ha aperto la prima Cook Room italiana a Milano: una cucina realizzata con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente le potenzialità del food delivery, sia per i partner sia per gli utenti finali.

L’incremento costante degli ordini attraverso l’app, il rischio di saturazione delle cucine dei ristoranti e l’eventuale desiderio di testare i propri prodotti in un mercato cittadino senza aprire necessariamente una sede fisica sono le esigenze del mondo della ristorazione che hanno spinto Glovo a realizzare un’area dedicata esclusivamente alla preparazione di cibi da asporto da mettere a disposizione dei propri partner.

La cook room di Glovo è una dark kitchen riservata a chef e spazio per i rider, che migliora l’efficienza del delivery e offre un servizio aggiuntivo agli esercizi commerciali che lavorano con la piattaforma. Il consumatore ordina, come di consueto, tramite l’app, ma il corriere di Glovo ritira l’ordine direttamente presso la Cook Room anziché recarsi in un ristorante o in uno store. A tendere la Cook Room renderà possibili ordini che mettono insieme le specialità dei diversi partner oppure il cibo preparato in loco e prodotti di largo consumo forniti da altri partner esterni.

Equipaggiata con cucine professionali dotate di ogni utensile e fornitura necessaria agli chef – che preparano solamente piatti pronti per essere consegnati – la Cook Room milanese può ospitare fino a sei partner. Tomatillo, Pacifik Poke, Pescaria e BUN sono i primi brand ad aver aderito al progetto e a essere già operativi presso lo spazio di Milano.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista