fbpx

Federico Quarata in prime time su Rai Uno con Linea Verde Radici dal 1 settembre

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 30/08/2021

Federico Quaranta al timone da due stagioni di ‘Linea Verde Radici – Storie dalla Terra si conferma l’uomo di riferimento per i temi legati alla sostenibilità e del territorio.

E da mercoledì 1 settembre 2021 alle ore 21.30 il programma sarà trasmesso su Rai Uno, grazie al successo e agli eccellenti ascolti raggiunti.

Cantastorie del territorio e del cibo, attento da sempre ai temi della sostenibilità e della tutela ambientale , Federico viaggerà attraverso racconti e storie alla scoperta di luoghi emozionanti e scoprendo e valorizzando le tradizioni, le eccellenze locali, le storie di sostenibilità e salvaguardia ecologica. Un percorso per dare risalto alle bellezze del territorio, e alle storie di persone, contadini e imprenditori, cuochi e guide locali.

Linea Verde Radici – Storie dalla Terra

Il format del programma caratterizzato da un impianto narrativo supportato da immagini spettacolari e interviste indite, nella puntata del 1 settembre vedrà Federico protagonista di racconti emozionanti e dinamici attraversando la bella Sicilia, dai crateri dell’Etna alle Isole Egadi. Persone, artisti, volti, maestri d’ascia, pescatori, racconteranno il proprio legame con l’Isola e avranno come sfondo scenografico, templi greci, uliveti e piantagioni di fichi d’India.

Leggi anche: i prodotti tipici siciliani

Federico Quaranta

Sensibile e coinvolto intimamente con il territorio, Federico Quaranta è la dichiarazione d’amore vivente per la terra. Nipote di agricoltori, ha lavorato da sempre con grande impegno, grazie agli insegnamenti del nonno, il quale gli ha trasmesso tutta la passione e la tradizione alla ‘vecchia maniera’, consolidando così la sua filosofia di vita: “se faccio capisco, se provo imparo, se fatico comprendo” – l’amore per la natura e la terra, il senso del dovere, la pazienza per capire, il rispetto delle promesse, il potere performante dell’osservazione silente, dell’ozio osservante, dell’annotazione dei piccoli particolari che restituiscono l’autenticità delle cose, le loro sfumature.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista