Nicola Fiasconaro nominato Cavaliere del Lavoro dal presidente Sergio Mattarella

Il Maestro è l’unico siciliano ad aver ottenuto la prestigiosa onorificenza. “Oggi, a pochi giorni dalla celebrazione della Festa della Repubblica, questa notizia vuole essere un messaggio di speranza".

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 31/05/2020

Nicola Fiasconaro è stato nominato Cavaliere del Lavoro dal presidente Sergio Mattarella. Una nomina che ha un significato profondo: non un semplice riconoscimento, ma un’onorificenza che racchiude un’intera storia. La storia di una famiglia. Di un padre, Mario Fiasconaro, e di tre fratelli: Nicola, Fausto e Martino Fiasconaro.

Il Maestro è l’unico siciliano ad aver ottenuto la prestigiosa onorificenza

Nicola non trattiene la gioia solo per sé, ma la vuole condividere:

Non sono un cavaliere. Siamo cavalieri  del lavoro, io e i miei fratelli, che abbiamo portato avanti con passione e amore la visione di nostro padre”.

Una visione che ha visto crescere un’azienda protagonista assoluta non solo nel mondo della pasticceria, ma nell’intero comparto dell’agroalimentare. Il “cavalierato” di una famiglia nobile si, ma nell’animo. Una nobiltà fatta di amore, competenza e passione, rispetto del territorio e delle materie prime. Una famiglia che ha sempre messo al centro le persone, la bellezza e la genuinità.

 

“Oggi, a pochi giorni dalla celebrazione della Festa della Repubblica, questa notizia vuole essere un messaggio di speranza. Non smettiamo mai di sognare e cerchiamo con il lavoro e la passione di difendere il nostro Made in Italy e di portarlo sempre a testa alta nel mondo”, conclude il Maestro.

 

Nel 2019 Fiasconaro ha messo a segno un fatturato che ammonta a 21 milioni di euro con una crescita del 20% nei principali mercati esteri, riconfermandosi un’eccellenza dell’alta pasticceria siciliana e non solo.

Fiasconaro investe in tecnologia e creatività: “Ne usciremo più forti”

 

 

Oggi l’azienda, giunta alla terza generazione è un’eccellenza del made in Italy, con un fatturato di oltre 18 milioni di euro e una crescita del 20% su tutti i principali mercati: Italia, Canada, Francia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda e con un orizzonte strategico rivolto al mercato asiatico. Fiasconaro è totalmente made in Sicily e anche il suo indotto segue la territorialità.

Il panettone e la colomba Fiasconaro rappresentano il core-business dell’azienda e cresce sempre di più l’incidenza della linea di prodotti continuativi: torroncini, cubaite, creme da spalmare, mieli, marmellate, confetture e spumanti aromatici.

 

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista