fbpx

Facciamo i ghiaccioli divertendoci!

di Giulia Milani

Ultima Modifica: 19/07/2021

Non c’è niente di meglio di un ghiacciolo per rinfrescarsi in una calda giornata d’estate. Una merenda dissetante e colorata che potete preparare anche in casa in modo semplice e veloce. Vi basteranno pochi e semplici ingredienti per trasformare la frutta che più vi piace in un golosa merenda da mordere. Cosa ne dite allora di lanciarvi nell’impresa e divertirvi a preparare i vostri ghiaccioli alla frutta preferiti? I piccoli preparano, i grandi fanno da aiutanti e supervisori. 

Ghiaccioli alla frutta

La ricetta che vi proponiamo è quella dei ghiaccioli alla fragola, ma potete personalizzarla facilmente sostituendo le fragole con un altro frutto (come kiwi, banana, anguria) o il loro succo (ad esempio succo di limone, arancia o ananas). Potete inoltre sostituire lo sciroppo di zucchero con lo yogurt oppure versare negli stampini la vostra bevanda preferita e attendere che si congeli. 

Stampini e fantasia

Per estrarre facilmente i ghiaccioli una volta pronti, passateli velocemente sotto l’acqua tiepida per aiutarvi. Se invece non avete gli stampi appositi, potete utilizzare dei bicchieri di plastica o il vasetto vuoto dello yogurt e degli stecchini di legno, aiutandovi con della carta stagnola per sorreggerli fino a quando non si solidificano.

 

Ghiaccioli alla fragola

Ecco una ricetta facilissima e anticaldo per preparare a casa dei gustosi ghiaccioli alla frutta senza aromi artificiali. Solo vera frutta, zucchero e acqua, per preparare il vostro ghiacciolo preferito!

Ingredienti

  • 300 g di fragole
  • 80 g di zucchero
  • 200 ml di acqua

Istruzioni

  1. Per prima cosa mettete in un pentolino l’acqua con lo zucchero e scaldateli a fiamma bassa finché non si scioglie tutto lo zucchero.
  2. A questo punto spegnete il fuoco e fate raffreddare lo sciroppo.
  3. Lavate e frullate le fragole, poi mescolatele allo sciroppo di zucchero.
  4. Riempite gli stampini dei ghiaccioli con il composto ottenuto e metteteli in freezer fino a quando non saranno diventati solidi.

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

redattore

Blogger e web editor, laureata in Scienze Gastronomiche a Parma, con Master in Cultura del Cibo e del Vino a Venezia. Appassionata di eno-gastronomia e della cultura che rappresenta questo mondo.