fbpx

Fragole: proprietà e benefici del frutto simbolo di primavera

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 28/04/2021

Rosse, profumate, irresistibili: le fragole sono uno dei frutti più amati da tutti e il simbolo della primavera. Apprezzatissime dai bambini, già da aprile e per tutto il mese di maggio inondano i mercati colorandoli di rosso, si fanno notare negli orti e inevitabilmente arrivano nelle nostre cucine, dove si utilizzano in tantissime ricette, soprattutto dolci: dalle torte alla marmellata, dai dolci al cucchiaio al gelato.

Le fragole hanno numerose proprietà benefiche per il nostro organismo e contengono diverse vitamine, fibre, sali minerali a fronte di un ridotto apporto calorico.

–> Leggi anche: 10 ricette con fragole da provare subito

Proprietà della fragola

Partiamo dall’inizio: sapevate che le fragole in realtà sono un falso frutto? In botanica, infatti, il vero frutto di questa pianta della famiglia delle Rosacee sarebbero gli acheni, ovvero i semini sparsi sulla parte rossa e polposa: esatto, proprio quella che tutti preferiscono, e che noi pensiamo erroneamente sia il frutto, in realtà è il ricettacolo delle infiorescenze, che dopo la caduta dei fiori si ingrossa assumendo l’aspetto tipico della fragola rossa e inglobando gli acheni.

Cosa contengono le fragole? Pochissime calorie (100 g di fragole contengono circa 27 kcal): per il 95% sono composte di acqua, quindi zuccheri semplici (il fruttosio), fibre, sali minerali come manganese, calcio e potassio, acido folico e acido ascorbico, ovvero la vitamina C. Insomma, mangiare le fragole non è solo appagante per i sensi e lo stomaco, ma apporta anche parecchi benefici all’organismo.

fragole proprietà e benefici

Le varietà di fragola

Di fragola non ce n’è solo una: esistono quelle selvatiche, da cercare nei boschi in zone ombrose o lungo le rive di torrenti e ruscelli. E poi ci sono le fragole coltivate, diverse varietà nate dall’incrocio tra la Fragraria Chiloensis e la Fragraria Virginiana, molte delle quali sono oggi tutelate dai Presìdi Slow Food.

Il risultato è che non tutte le fragole maturano a maggio: alcune varietà sono rifiorenti, cioè fioriscono diverse volte l’anno e possono dare frutti da giugno a ottobre.

Le principali varietà di fragole sono le seguenti:

  • Belrubi: dalla forma allungata, la polpa rosso scuro e zuccherina
  • Senga Sengana: sono fragole piccole e tonde, di dimensioni medio-piccole
  • Fragole di Tortona: piccola, profumatissima e Presìdio Slow Food
  • Madeleine: fragole molto diffuse in Italia e brevettata dal Consorzio Vivaisti Italiani
  • Fragolina di Sciacca e Ribera: fragolina di bosco tipica dei Monti Nebrodi, sono Presìdio Slow Food
  • Annablanca: frutti dalla polpa bianca e dolce
  • Fragolina di Nemi: fragola tipica dell’omonimo paesino dei Castelli Romani, narra la leggenda siano nate dalla lacrime di Venere per Adone
  • Fragola Favetta di Terracina: prodotto tipico pontino particolarmente profumato
  • Fragola toscana: ha fiori molto decorativi di colore rosa intenso e frutti succosi di colore rosso intenso
  • Gorella: fragola dolce tipica di maggio dalla caratteristica forma a cuore
  • Annabelle: varietà rifiorente che produce frutti di grosse dimensioni
  • Charlotte: pianta rifiorente dai frutti a forma di cuore
  • Fragola di Maletto: prodotto tradizionale che nasce alle pendici dell’Etna, è una varietà molto antica
  • Marmolada: fragola di montagna tipica del Nord Italia
  • Malwina: varietà con frutti di grosse dimensioni e maturazione tardiva
  • Regina delle Valli: è la classica fragolina di bosco
  • Fragola Ventana: tipica del Sud Italia, ha frutti dai colori molto brillanti
  • Fragola Ostara: pianta rifiorente, produce frutti da maggio a ottobre
  • Mara des Bois: varietà rifiorente che ricorda molto le fragoline di bosco
  • Amandine: varietà rifiorente con frutti di colore rosso brillante
  • Kingsize: fragola rampicante a crescita veloce
  • Roxana: pianta che regala fragole di grosse dimensioni rosso brillante
  • Fragola bianca di Purén: proveniente dal Cile, questa pianta è presìdio Slow Food
  • Carezza: varietà a maturazione precoce dal gusto dolce e delicato
  • Sabrosa: fragola di origine spagnola, oggi è molto diffusa in Basilicata
  • Fragolina di Prin: si coltiva nel territorio di Tortona dal 1400, è molto rossa fuori e bianca dentro ed è tutelata dall’Arca del Gusto di Slow Food

quando piantare le fragole

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici