Un giro al nuovo Peck CityLife

Alla scoperta del nuovo negozio di gastronomia che raddoppia la presenza nel capoluogo lombardo. Gli spazi, il menu, il concept, gli orari.

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 20/12/2018

C’è un nuovo spazio Peck in CityLife Milano. Il tempio dell’alta gastronomia, nel capoluogo lombardo dal 1883, porta nella nuova città verticale, sotto le torri progettate dalle archistar internazionali, tutti i sapori, profumi e il savoir faire che lo hanno reso il riferimento dell’alta gastronomia in Italia. Il primo di una serie di nuovi store, come spiega Leone Marzotto, Ad di Peck:

“ Questo negozio è anche il primo dei nuovi Peck. La sfida è portare la nostra altissima idea di qualità, di servizio e la nostra passione a contatto con pubblici nuovi: con innovazioni destinate a durare nel tempo, e senza inseguire trend o mode passeggere.” 

E’ la prima volta infatti che Peck esce dal centro storico per arrivare in uno dei quartieri più innovativi, CityLife Shopping District, il più grande distretto commerciale urbano d’Italia.

Peck CityLife si espande in un padiglione di 300 mq in Piazza Tre Torri,e offre un ristorante, gastronomia, enoteca e cocktail bar.  Il cibo si può gustare anche al bancone: un gesto simbolico per riavvicinare il rapporto tra alimenti e lavorazione.

Peck in piazza Tre Torri è aperto ogni giorno dalle 9 alle 23 (domenica alle 21). Vi lavorano 25 persone di cui 5 “veterani” e 20 nuove figure selezionate tra oltre 300 candidati. Tutti i nuovi assunti hanno passato quattro mesi di formazione in ia Spadari per assorbire i segreti e lo stile.

Il ristorante

ristorante peck citylife

Il nuovo ristorante di Peck CityLife conta  50 coperti, e offre due carte diverse a seconda del pranzo o della cena. In menu, sorprese innovative, proposte che cambiano a seconda del giorno e grandi classici della cucina italiana e ricette tradizionali, come la costata di manzo, il risotto giallo con ossobuco, la cotoletta alla milanese, ma anche come il lesso, la cassoeula, le carni allo spiedo, o prodotti non comuni come la lingua salmistrata o il marbré. 

L’antipasto diventa non solo momento ma anche concetto:  gli antipasti da Peck CityLife sono pensati per innescare un rito sociale di condivisione dei sapori. Tra le proposte, che permettono un viaggio tra i cavalli di battaglia della gastronomia di Peck, ci sono l’insalata russa, il paté, i gamberi in salsa cocktail, lo storione, il vitello tonnato e la famosa bresaola secondo la ricetta di Peck. 

Come per il punto vendita via Spadari, il nuovo Peck è il posto ideale per mangiare specialità gastronomiche come il tartufo, il jamon iberico de bellota, il foie gras, i salumi selezionati ed i formaggi particolari (chissa se ci sarà anche la Tuma Persa? )

Il ristorante in gastronomia permette all’ospite di poter ordinare fuori carta tutto ciò che è esposto al grande bancone di ingresso. 

L’enoteca

enoteca peck citylife

Cosa si trova nell’enoteca di Peck CityLife? Una collezione di vini e distillati disposti in modo scenografico sua parete che espone 150 etichette, italiane e francesi. 

La punta dell’iceberg rispetto alle oltre 3 mila etichette – sempre disponibili su ordinazione – che hanno reso il negozio di Via Spadari la migliore enoteca d’Italia. 

Se non ci si intende di vino, si è curiosi o appassionati, si può chiedere consiglio ai sommelier di Peck. Il locale diventerà anche teatro di incontri dove conoscere i produttori di vini pregiati, partecipare a degustazioni.

La cocktail station

cocktail station peck

E poi c’è la cocktail station, indice di un mondo, quello della mixology, che sta velocemente guadagnando terreno e interesse.

Il banco ricorda la storia del marchio, è decorato da piastrelle dipinte a mano con un disegno ricavato da una fotografia storica del Peck anni ’50. La lista dei cocktail è affidata al barman Riccardo Brotto, affiancato da uno staff di giovani barman e barlady, che hanno creato una carta di cocktail che spazia  tra la storia di Peck e la contemporaneità. 

peck cocktail

Nelle parole di Leone Marzotto – la cui famiglia ha rilevato il marchio nel 2013 dalla famiglia Stoppani e che dal 2016 è AD – Peck è tante cose: “un’istituzione milanese, un negozio storico che si sta diffondendo a Milano con l’apertura di negozi-figli, un’autorità in fatto di conoscenza del prodotto, un insieme di persone accomunate da competenze, valori e dalla passione per quello che fanno” 

“Peck è passato da una famiglia all’altra 4 volte nella sua storia – prosegue Marzotto – Ogni volta si è arricchita delle visioni di un nuovo imprenditore, ed ogni volta ha cambiato un po’ i propri connotati, spesso aggiungendo, sapendosi adattare ai nuovi tempi, senza mai tradire il DNA originario. 

Leone Marzotto
Leone Marzotto

L’apertura di Peck in CityLife Shopping District è doppiamente storica: non solo è la prima volta che Peck apre a Milano fuori dal proprio quartiere, ma questo negozio è anche il primo dei nuovi Peck. La sfida è portare la nostra altissima idea di qualità, di servizio e la nostra passione a contatto con pubblici nuovi: con innovazioni destinate a durare nel tempo, e senza inseguire trend o mode passeggere.” 

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista