Birra e cibo, gli abbinamenti

di Alice Bignardi

Ultima Modifica: 15/10/2020

Ci sono birre fatte per essere bevute da sole, altre che, invece, sono perfette per l’abbinamento col cibo. Pasteggiare con la birra, ormai, è passata da food trend ad abitudine di molti. Oggi, insieme a Luca Vinelli, mastro birraio di Doppio Malto, ci occupiamo delle seconde. Per creare il giusto equilibrio tra birra e cibo, c’è bisogno di una bevanda che non abbia un carattere troppo prorompente. Altrimenti, si rischia di coprire il gusto del piatto.

Metodi di abbinamento cibo e birra

Esistono diverse scuole di pensiero riguardo agli abbinamenti tra cibo e birra. Noi abbiamo formalizzato tre metodi molto semplici che possono aiutarci a scegliere la birra giusta per ogni nostro piatto.

L’abbinamento per struttura

La struttura di un piatto e quella di una birra sono due cose molto diverse. Il concetto, però, ci aiuta lo stesso. Possono essere considerati strutturati una birra o un piatto con un gusto complesso (un retrogusto particolare o una combinazione di molti ingredienti) e hanno una buona consistenza. Un brasato di carne al vino rosso, ad esempio, è un piatto strutturato che si sposa bene con una birra altrettanto strutturata, come ad esempio una IPA scura con retrogusto caramellato e gradazione 7%. Una birra Blanche, invece, è praticamente priva di struttura, è fresca e chiara e ha bisogno di un piatto altrettanto semplice per l’abbinamento giusto. Una insalata di polpo o una caprese pomodoro e mozzarella sono perfetti.

L’abbinamento cromatico

Più difficile da azzeccare, ma altrettanto soddisfacente, è l’abbinamento cromatico. Una carne in salmì, un ragù di manzo e maiale con salsa di pomodoro o un pasticcio di selvaggina, ad esempio, non si sposano bene con una birra chiara, ma (provare per credere) stanno molto meglio con una birra dal colore scuro. Perciò, se anche si dice che le birre non debbano essere classificate per colore, si può star sicuri che lo stesso parametro funziona invece per l’abbinamento col cibo.

L’abbinamento stagionale

Anche le birre hanno le stagioni, non certo per via del loro periodo di produzione ma più che altro per il loro sapore, la loro struttura e il loro colore. Birre più chiare e fresche sono adatte all’estate e si abbinano meglio a piatti più estivi. Una Ale con retrogusto di zenzero, ad esempio, si sposa bene con primi piatti di pesce e gelati di frutta. Birre dal gusto più pesante e dal colore scuro, dalla rossa alla stout (la birra nera), sono decisamente più adatte alla stagione fredda. Una IPA rossa e amara con note caramellate sarà perfetta da abbinare a un brasato di carne, a uno stufato o a una costata.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Scopro l'Italia un ingrediente alla volta. Seguo gli chef in cucina e mi faccio raccontare tutti i loro segreti!