fbpx

Carotone, il cocktail antispreco di Edoardo Nono per Babaco Market

di Simone Pazzano

Ultima Modifica: 11/06/2021

Babaco Market festeggia il suo primo anno in Italia con un cocktail anti-spreco che può essere d’ispirazione per molti. L’e-commerce di frutta e verdura, che combatte lo spreco alimentare che si origina dal campo al mercato, si è rivolto a Edoardo Nono, proprietario e bartender del RITA & COCKTAILS di Milano per una creazione a base di frutta “brutta ma buona”. Un cocktail speciale, chiamato il Carotone, che è un un sour fresco e speziato a base di carota e limone. Il drink è perfetto per piatti a base di pesce o verdure fresche di stagione.

Il nostro Carotone è un cocktail molto semplice e realizzato con ingredienti home made, che non troviamo al mercato, ma che realizziamo in casa per avere più freschezza e peculiarità come lo sciroppo di zucchero aromatizzato con cannella fresca, il succo di carota ottenuto con l’estrattore o il gin infuso al pepe bianco che otteniamo lasciando il pepe bianco nel gin per 24 ore e che poi filtriamo con un filtro carta”, racconta Edoardo Nono. “La filosofia anti-spreco di Babaco è da sempre anche la nostra filosofia. Molte delle nostre ricette per i cocktail nascono dal recupero di prodotti e ingredienti che usiamo per i nostri aperitivi come le carote o l’acquafaba che recuperiamo dalla preparazione dell’hummus”.

Clai - la felicità è condividere

Carotone, la ricetta del cocktail anti-spreco

Ingredienti:

  • 15 ml sciroppo di zucchero aromatizzato alla cannella
  • 25 ml succo di limone
  • 30 ml estratto carota
  • 50 ml gin infuso al pepe bianco
  • 5 ml acquafaba

Il procedimento “home made” di Edoardo Nono:

  • Per ottenere lo sciroppo di zucchero aromatizzato alla cannella portare a ebollizione l’acqua con la cannella fresca, unire lo zucchero facendo attenzione a non metterlo nell’acqua quando è ancora bollente. Lasciare riposare e filtrare dopo 6-8 ore.
  • Estrarre 30ml di succo di carota con l’estrattore e filtrarlo.
  • Spremere 25ml di succo di limone e filtrare 2 volte, prima con un colino più largo e poi con uno più stretto per eliminare le parti di sospensione.
  • Infine filtrare con un filtro di carta il gin infuso al pepe bianco che deve essere messo nella bottiglia di gin 24 ore prima.
  • Dato che il cocktail va shakerato, aggiungere acquafaba per creare la textura importante dei drink e ottenere la schiumetta.
  • Unire tutti gli ingredienti nello shaker insieme a del ghiaccio cristallino, versare in coppa da cocktail e guarnire con la buccia del limone e una manciata di pepe nero.

Una curiosità su Rita & Cocktails Milano:

Il limone è l’ingrediente portante di moltissimi cocktail del Rita & Cocktails: “È come il mattone per le costruzioni, non può mancare”, racconta Edoardo Nono, “qui da noi ne spremiamo in un anno circa 2 tonnellate e altrettante di lime”.

Edoardo Nono e Massimo Borroni
Edoardo Nono e Massimo Borroni

Un anno di Babaco Market: i numeri

Babaco Market è nato a maggio del 2020 per rispondere alla crescita dei servizi di spesa online (dovuta anche alla pandemia) e l’aumentata consapevolezza dell’importanza di un consumo più sostenibile. In questo primo anno, con il lavoro di Babaco Market sono state recuperate 140 tonnellate di frutta e verdura – riuscendo così a evitare che 350 tonnellate di CO2 venissero immesse nell’atmosfera – e il numero dei produttori provenienti da tutta Italia con cui il delivery collabora è arrivato a toccare quota 100. Molti di questi sono presidi Slow Food o produttori di prodotti IGP che ogni settimana consentono all’e-commerce di riempire le sue box plastic free con frutta e verdura 100% “made in Italy”.

Il servizio cresce e piace sempre di più, attualmente gli utenti attivi sono più di 2.000 e in un anno sono state portate a termine oltre 20.000 consegne. Gli utenti crescono di mese in mese, così come si allarga la copertura del servizio. Attualmente attivo a Milano e hinterland, Monza, Brianza e da questo mese anche nella provincia di Varese (Busto Arsizio e limitrofi), Babaco Market arriverà anche a TorinoBergamo e Brescia per la seconda metà dell’anno, mentre punta ad aprire i battenti anche a Bologna e Reggio Emilia nel 2022.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Giornalista

Curioso prima di tutto, poi giornalista. E questa curiosità della vita non poteva che portarmi ad amare i viaggi e il cibo in ogni forma. Fotocamera e taccuino alla mano, amo imbattermi in storie nuove da raccontare.