fbpx

La spesa con lo chef: la colatura di alici Armatore e una ricetta per gustarla

Come sceglie i suoi ingredienti speciali uno chef? Viaggio nella dispensa di Stefano de Gregorio che ci svela alcuni suoi prodotti preferiti e come usarli al meglio.

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 07/06/2021

La colatura di alici è l’oro liquido di Cetara, borgo marinaro della Costiera Amalfitana che ci regala questo prodotto unico ricco di sapore.

Le alici pescate in primavera in Costiera vengono lavorate pochissime ore dopo. Eviscerate e pulite, vengono disposte in botti alternate a sale marino. La maturazione della colatura richiede tempo dai 10 ai 30 mesi, per ottenere questo liquido dall’intenso sapore di mare. Così nasce la colatura di alici di Cetara Dop.

Un prodotto da tenere sempre a portata di mano per organizzare un pasto originale ed eccellente, ma anche molto veloce da preparare.

Ma come si usa la colatura di alici? E quale scegliere per essere sicuri della qualità per il nostro piatto?

Lo abbiamo chiesto allo chef Stefano De Gregorio, che abbiamo accompagnato a fare la spesa, facendoci consigliare alcuni dei suoi prodotti must have per un risultato eccezionale garantito.

La colatura di alici Armatore

colatura alici armatore

Questo è uno dei prodotti di cui vi parleremo e si tratta della colatura di alici Armatore. Una colatura di alici consigliata dallo chef per l’estrema qualità del prodotto e la lavorazione artigianale. L’azienda, attiva dal 1973 situata proprio a Cetara, ha fatto sua l’antichissima tradizione della pesca e della produzione delle alici, realizzando un prodotto ad altissima resa.

Non solo: Armatore collabora con i pescatori locali e nel rispetto dei tempi della natura, praticando la pesca sostenibile.

I prodotti Armatore sono a filiera corta e lavorate nel rispetto delle tradizioni e del mare entro poche ore dalla battuta di pesca.

Risultato: un prodotto di alta qualità, che non a caso viene impiegato anche nella ristorazione e da chef professionisti.

La Dispensa dell’Armatore

I prodotti di punta Armatore, come tonno rosso e alici di Cetara, si possono trovare anche nel ristorante La Dispensa dell’Armatore a Cetara.

Sosta imperdibile per chi è in vacanza in Costiera Amalfitana, il ristorante è la location perfetta per gustare uno spaghetto alla colatura di Alici di Cetara a regola d’arte ed eventualmente acquistare i prodotti Armatore.

Vista sul Golfo di Salerno, prezzi abbordabili: destinazione da non perdere per gli amanti della cucina di mare e per scoprire a km0 la realtà Armatore.

Sostenibilità

colatura di alici

Per la colatura di alici Armatore e gli altri prodotti del marchio vengono impiegati pesci provenienti da stock non sovrasfruttati e con i giusti tempi, nel rispetto del mare e delle comunità di lavoratori che vivono grazie ad esso.

La materia prima proviene da pesca sostenibile che rispetta il codice di condotta per la Pesca Responsabile della Fao (dipartimento pesca) .

Anche le confezioni sono realizzate con pack ecologici e riciclabili.

La ricetta: Spaghetto alla colatura di alici Armatore

spaghetto con colatura di alici

In questa ricetta lo chef De Gregorio ci spiega come preparare il piatto iconico con la colatura di alici: gli spaghetti alla colatura di alici. Un piatto semplice ma intramontabile, che non delude mai a patto che i pochi ingredienti che servono per realizzarlo siano di altissima qualità.

E per restare in zona, scegliete della pasta di Gragnano Igp, borgo simbolo della produzione di pasta secca artigianale.

Buon appetito!

Spaghetti alla colatura di alici

Per preparare gli spaghetti alla colatura di Alici servono pochi ingredienti ma di alta qualità.Dei buoni spaghettoni, per impregnarsi con il sapore della colatura, aromi freschi, olio extravergine d’oliva, di quello veramente buono e un pizzico di peperoncino. Ecco tutto quello che serve per un piatto di pasta straordinario.

Porzioni 4 persone
Chef Stefano de Gregorio

Ingredienti

  • 320 g spaghettoni
  • 2 spicchi aglio
  • Prezzemolo
  • 6 cucchiai di colatura di alici Armatore
  • 6 cucchiai olio
  • peperoncino

Istruzioni

  1. Far bollire la pasta in acqua non salata, dato che la colatura già in sé è molto sapida.
  2. In una boule aggiungere colatura di alici e olio, aglio e peperoncino.
  3. Emulsionare bene in modo che diventi una salsa unica.
  4. Aggiungere un paio di cucchiai dell’acqua di cottura della pasta.
  5. Scolare la pasta al dente nella boule, mantecare bene, aggiungere se richiesto altra acqua di cottura e infine mettere il prezzemolo.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista