Ricetta antispreco: pasta al pesto di gambi di prezzemolo

Ricetta antispreco: pasta al pesto di gambi di prezzemolo

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 14/02/2024

Una ricetta antispreco con protagonista la pasta e una verdura che viene quasi sempre scartata ma che ben si presta a diventare un ottimo pesto: il prezzemolo.

O meglio, i suoi gambi: una parte ricchissima di sapore ma che di solito finisce in pattumiera.

Il pesto di prezzemolo

pasta-pesto-prezzemolo

In questa ricetta di riciclo, realizzata dagli Chef in Camicia per La Molisana, acciughe, capperi e mandorle si sposano con i gambi di prezzemolo, dando vita a una salsa profumata di Mediterraneo e piena di gusto.

Il pesto di prezzemolo si prepara in un attimo – meglio se hai il mortaio – e ha il pregio di piacere a tutti: oltre che antispreco, è anche una ricetta vegana, perfetta per accontentare ogni esigenza alimentare.

Procedi sminuzzando nel mortaio l’aglio senza anima e con un po’ di sale grosso, quindi acciughe e olive, poi le mandorle e infine i gambi di prezzemolo. Il risultato è un pesto grossolano e rustico, al quale unire infine il formaggio grattugiato e l’olio extra vergine d’oliva.

Abbinalo a una pasta integrale, per un primo piatto leggero e saporito.

Leggi anche: Come abbinare pasta e verdure

Come usare i gambi di prezzemolo in cucina

Oltre che per fare il pesto, i gambi di prezzemolo si possono utilizzare in molti modi in cucina.

Per esempio, puoi aggiungerli al classico soffritto per dare sapore alla pasta con le vongole oppure usarli al posto dell’acqua e limone per non far annerire i carciofi.

Puoi anche congelarli interi, in modo da averli poi a disposizione quando servono.

Pasta al pesto di gambi di prezzemolo

Piatto primo piatto
Cucina Italiana
Keyword pasta
Tempo totale 30 minuti
Porzioni 2 persone

Ingredienti

  • 200 g fusilli integrali
  • 100 g gambi di prezzemolo
  • 30 g mandorle a lamelle
  • 1 spicchio di aglio lessato
  • 2 acciughe
  • peperoncino q.b.
  • 5 g capperi
  • 20 g olive taggiasche
  • 30 g Parmigiano reggiano
  • olio extravergine di oliva

Istruzioni

  1. Lessare la pasta in abbondante acqua salata.

  2. Tritare finemente i gambi di prezzemolo e tostare una piccola parte delle mandorle in forno a 190° per 4-5 minuti, finché sono dorate.

  3. Pestare al mortaio prima l’aglio con una presa di sale, poi aggiungere le mandorle, le olive e i capperi.

  4. Rimuovere il composto dal mortaio e inserire i gambi di prezzemolo: far roteare il pestello per rompere la fibra dei gambi.

  5. Riportare nel mortaio il composto pestato in precedenza, quindi aggiungere olio extravergine a filo e il Grana Padano. Regolare di sale e di pepe.

  6. Trasferire il pesto in una ciotola e scolare al suo interno anche la pasta, mescolando delicatamente. Impiattare e servire con qualche gambo di prezzemolo tritato e le mandorle a lamelle.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici