fbpx

Spaghetti cacio e pepe cremosissimi: prova così

di Redazione Informacibo

Ultima Modifica: 02/03/2021

Oggi prepariamo insieme la ricetta degli spaghetti cacio e pepe, un grande classico della cucina tipica laziale che non delude mai. Comfort food per eccellenza la buona notizia è che è anche una ricetta veloce e facilissima da preparare.

Non ci credete? Vi basti pensare che servono solo 5 ingredienti per farla: pasta, cacio, pepe, sale e olio extravergine d’oliva.

L’unico “rischio” riguarda la salatura. Visto che il Pecorino Romano è infatti già di per sè molto sapido, potrebbe non essere necessario salare l’acqua di cottura della pasta.

C’è poi un trucchetto che vi spieghiamo durante la ricetta, per rendere la vostra pasta cacio e pepe davvero cremosissima, con una crema di formaggio liscia e setosa.

Ma prima di metterci ai fornelli…

Che pasta usare?

Tonnarelli e spaghetti i due formati di pasta da sempre legati alla ricetta. Ma anche rigatoni e mezze maniche. Se volete potete provare anche con dei formati di pasta all’uovo secca, come i pici senesi oppure i maccheroncini di Campofilone

Per alcuni però la pasta all’uovo, porosa e ruvida, assorbirebbe un po’ troppo il condimento, e quindi potrebbe rovinare la famosa mantecatura cremosa di questa pasta.

Che vino abbinare?

Gli spaghetti cacio e pepe possono essere abbinati a un vino rosso laziale, sia secco che frizzante, in modo da valorizzare il gusto di questo piatto. Un vino di pronta beva da accompagnare a questo piatto? Castelli Romani o un Sangiovese.

Le origini del piatto

La storia di questo piatto simbolo della romanità nasce nei i pascoli durante la transumanza. Infatti i pastori durante gli spostamenti con le gregge, riempivano la bisaccia di alimenti sostanziosi che si conservassero a lungo durante il viaggio. Il cacio pecorino ci stava alla perfezione nella bisaccia, e anche un po’ di spaghetti secchi preparati a mano.

C’è una ragione legata a queste origini del piatto: il pepe, che stimola i recettori del calore, aiutava i pastori a resistere al freddo delle giornate passate all’aperto. Il pecorino e la pasta secca oltre a conservarsi a lungo (si usava quello stagionato) fornivano un pasto completo, nutriente e saziante.

Dal pascolo alle trattorie, il salto è stato breve. Ecco la ricetta.

Spaghetti cacio e pepe cremosissimi

Solo 5 ingredienti e qualche trucchetto per portare in tavola uno dei primi piatti più amati: gli spaghetti cacio e pepe. Una ricetta facile e veloce tipica della cucina laziale, con pecorino stagionato, pepe in grani macinato al momento e poco più.

Ingredienti

  • sale grosso
  • 320 g di spaghetti
  • pepe nero fresco in abbondanza
  • 200 g di Pecorino Romano
  • olio extra vergine d’oliva

Istruzioni

  1. Portate a bollore una pentola di acqua. Aggiungete pochissimo sale grosso (il pecorino è già salato) e nel dubbio non aggiungetelo.
  2. Fate cuocere gli spaghetti
  3. Intanto, mettete una padella antiaderente su un fornello a fiamma bassa. Prendete il macinapepe e inserite i grani di pepe nero. Macinate il pepe nero direttamente in padella per 1 minuto circa. Aggiungete l’olio extra vergine d’oliva.
  4. Amalgamate bene il contenuto della padella muovendola con il manico.
  5. Quando gli spaghetti sono al dente, con un mestolo per spaghetti scolateli dall’acqua e metteteli nella padella con olio e pepe macinato.
  6. Con un mestolo aggiungete anche l’acqua di cottura della pasta nella padella con il condimento e gli spaghetti al dente.
  7. Grattugiate ora il pecorino romano e aggiungetelo alla padella una manciata per volta.
  8. Muovete la padella, tenendola sempre dal manico, per amalgamare tutto il contenuto.
  9. Fate saltare delicatamente gli ingredienti in modo che il pecorino grattugiato si leghi bene con la pasta.
  10. Grattugiate sul fondo del piatto dove servirete la pasta abbondante pepe nero. Adagiatevi gli spaghetti e con un cucchiaio andate a raccogliere quella cremina che si è formata in padella.
  11. Versatela sopra gli spaghetti.
  12. Aggiungete come tocco finale altro pecorino romano, ancora un po’ di pepe e servite caldissimo.

Recipe Video

 

Condividi L'Articolo

L'Autore