Veganuary,ncos'è la sfida globale per mangiare vegano a gennaio

Cos’è Veganuary, la sfida globale che propone di mangiare vegano a gennaio

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 19/01/2022

Si chiama Veganuary la sfida globale che, dal 2014, invita a mangiare vegano per tutto il mese di gennaio (il nome deriva da qui: vegan + january).

Un modo per avvicinare quante più persone possibile all’alimentazione vegetale, partendo con una sorta di gioco al quale partecipano anche testimonial illustri, come Joaquin Phoenix, Paul McCartney, Bryan Adams, il sindaco di New York Eric Adams, il giocatore della Roma Chris Smalling.

L’obiettivo? Dimostrare che mangiare vegano può essere gustoso, soddisfacente e con un’ampia varietà di cibi a disposizione, scoprendo nuove ricette o usi alternativi di alimenti che già conosciamo.

Una ricetta buonissima: Budino vegan di cachi e cacao

Un movimento mondiale

Veganuary prende il nome da un’associazione non profit inglese e dall’anno di lancio, il 2014, ad oggi, ha coinvolto tantissime persone, crescendo costantemente anche in Italia. Nel 2021, per fare qualche numero, hanno aderito 580mila persone in 209 paesi del mondo e quest’anno sono tanti anche i ristoranti e le catene italiane che propongono sempre più piatti vegani in menù.

Merito di un trend ormai consolidato verso nuovi stili alimentari sempre più plant based e sostenibili, oltre alla vasta eco avuta sui social network.

Vini vegani: cosa sono e perché sceglierli

Le ricette di Veganuary

veganuary

Come avvicinarsi all’alimentazione vegana, che può essere una scelta definitiva oppure solo un primo approccio a una riduzione degli alimenti di origine animale?

Il consiglio è partire in modo graduale, senza fretta, sostituendo alcuni ingredienti di origine animale con altri vegetali e attingendo a frutta e verdura di stagione.

Iscrivendosi sul sito italiano, organizzato in collaborazione con l’associazione Essere Animali, si riceve una newsletter giornaliera con ricette, menù settimanali, consigli e approfondimenti per iniziare a modificare la propria alimentazione quotidiana togliendo carne, pesce, latticini e uova. E si riceve anche il Ricettario Vip, con le ricette vegane donate al movimento da personaggi famosi: dal trio di frullati di Venus Williams al chilli di fagioli neri di Bryan Adams ai burger di ceci di John Bishop.

Sul sito ufficiale di Veganuary ci sono già molte ricette vegane per colazione, pranzo, cena, merenda:

Leggi anche: Tante idee perfette per una saporita grigliata vegan

10 consigli per iniziare un’alimentazione vegana

veganuary-ricette

Se volete iniziare un regime alimentare vegano, il sito Veganuary suggerisce 10 consigli pratici:

  1. Pianificare: la scelta vegana implica l’utilizzo di ingredienti he non sempre abbiamo in casa. Pianifichiamo in anticipo il menù dei primi giorni, compriamo latte vegetale per colazione e scegliamo qualcosa di gustoso per cena.
  2. Guarda i cibi che hai in casa: probabilmente metà dei cibi presenti in dispensa sono vegani. Pasta, riso, legumi, verdura, cereali, marmellata, passata di pomodoro, te, caffè e magari anche molti cracker o patatine.
  3. Mettiti comodo: non stravolgere completamente le tue abitudini, almeno all’inizio. Se ti piace il panino con la salsiccia continua a mangiarlo, solo prendi una salsiccia vegana.
  4. Veganizza i tuoi piatti preferiti: il tuo piatto forte sono le lasagne? Continua a preparale, usando latte vegetale per la besciamella e un trito di soia per il ragù.
  5. Quando sei pronto, prova nuove ricette: diventare vegani significa affacciarsi a un mondo nuovo di ricette e ingredienti. Una volta che ti senti sicuro e hai imparato le basi, sbizzarritevi.
  6. Tieni gli snack a portata di mano: un sacchetto di frutta secca, qualche mandarino, un po’ di cioccolato, meglio avere con sé qualche snack vegano a portata di mano per gli attacchi di fame.
  7. La costanza paga: magari qualche prodotto vegano non ti piacerà o qualche ricetta non sarà buonissima. Non scoraggiarti, c’è tantissima scelta, continua a provare.
  8. Continua ad andare al ristorante: man mano ti farai la tua mappa di ristoranti che offrono interi menù o piatti vegani.
  9. Trova la tua tribù: ci sono tanti gruppi vegani, anche in rete, trova il tuo per scambiare ricette, consigli e indirizzi.
  10. Sii gentile con te stesso: mangiare per sbaglio qualcosa di non vegano oppure cedere alla tentazione è umano, non preoccuparti e vai avanti.

Qualche buona idea per utilizzare la curcuma fresca in cucina

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista

Giornalista specializzata in turismo e itinerari enogastronomici