Frico: ricetta originale del piatto tipico friulano

di Oriana Davini

Ultima Modifica: 04/08/2020

È uno dei piatti tipici del Friuli Venezia Giulia, una delizia croccante di patate, cipolle e formaggio Montasio tanto diffusa nella regione quanto sconosciuto altrove: è il frico, ricetta originale della Carnia che trasforma ingredienti poveri in una sorta di tortino irresistibile per il palato.

Presente nel menu di tutte le osterie e i ristoranti friulani, il frico può essere consumato come sostanzioso piatto unico insieme alla polenta oppure condiviso come antipasto e accompagnato da salumi e formaggi. Come spesso accade in Italia, soprattutto quando si tratta di specialità regionali, ogni famiglia ha la propria ricetta del frico: impossibile stabilire quella originale, proviamo però a trovare il giusto equilibrio di ingredienti e tecnica per preparare a casa un ottimo frico friulano di patate e formaggio.

Come fare il frico friulano

Il frico è una preparazione a metà strada tra una grossa frittata (anche se nella ricetta non ci sono uova) e un tortino: non è difficile da preparare, basta avere una padella antiaderente per ottenere l’immancabile crosticina croccante e soprattutto gli ingredienti giusti a disposizione.

Frico: quale formaggio usare?

formaggio per frico

Partiamo dal formaggio: essendo in Friuli Venezia Giulia, è d’obbligo per questo piatto utilizzare il Montasio Dop, saporito formaggio a pasta dura tipico di questa regione e di una parte del Veneto, prodotto con latte di vacche alimentate in modo naturale.

Il Montasio, uno dei formaggi dal ridottissimo contenuto di lattosio, è disponibile con una stagionatura media, di circa sei mesi, o lunga, di oltre 10 mesi: per fare il frico, la ricetta originale prevede che si usino entrambe le stagionature mescolate tra di loro.

Frico

Questa gustosa ricetta tipica friulana è fatta con pochi ingredienti poveri ma di grande gusto: patate, formaggio, cipolle, burro artigianale. Ecco come farlo a casa.
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 250 g patate a pasta gialla private della buccia
  • 260 g Montasio semi stagionato e stagionato
  • 50 g cipolla bianca
  • 30 g burro
  • qb Olio extra vergine d'oliva
  • Sale e pepe

Istruzioni

  1. Partiamo dalle cipolle, che andranno pulite e tagliate a fettine sottili.

  2. Sbucciamo le patate e togliamo la crosta al formaggio: ora andranno entrambi grattugiati usando i fori larghi.

  3. Ci siamo, è il momento di iniziare la cottura. Facciamo soffriggere la cipolla in una pentola antiaderente con il burro mescolando spesso.

  4. Quando è ormai lucida e pressoché cotta, aggiungiamo anche le patate e lasciamo cuocere almeno per altri 15 minuti regolando di sale e pepe.

  5. Solo a questo punto, uniamo anche il Montasio grattugiato e mescoliamo tutto a fuoco basso in modo da ottenere un composto omogeneo.

  6. Per ottenere la caratteristica crosta croccante del frico, usiamo un’altra padella antiaderente che ungeremo con un filo d’olio: facciamolo scaldare, quindi versiamo il composto di patate, cipolla e Montasio.

  7. Livelliamolo con una spatola come se fosse una frittata e facciamo cuocere a fiamma vivace da entrambi i lati finché si forma la crosta.

  8. A quel punto il frico è pronto: va servito e mangiato caldo, accompagnato da un buon bicchiere di vino.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista