fbpx

Ricette di Natale dalla Val di Non:  crema di castagne e funghi porcini di Silvana Segna

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 16/12/2020

Ricette originali per le feste di Natale o in generale per l’inverno? Ecco alcuni consigli  da alcuni top chef della Val di Non, la valle trentina delle mele Dop. che da qualche tempo è protagonista di un felice rinascimento in cucina, caratterizzato da attenzione per la territorialità, estro e passione.

Il merito è di chef come Silvana Segna (di cui vedremo la ricetta più sotto, a case di castagne) e di Bruno e Mattia SicherCristian Bertol, chef che impareremo a conoscere con le loro ricette invernali nei prossimi giorni qui su Informacibo.

Il percorso partito dalla tradizione diventa una  ricerca di creatività, tutta orientata verso quello che dovrebbe sempre fare la cucina: rendere felici ed emozionare gli ospiti.

Le ricette di Natale che hanno scelto sono facili da preparare, ricche come devono essere i piatti delle feste e piene di sapore: una crema di castagne profumatissima; un primo tutto rosso, perfetto per il Natale; lo Zelten, il dolce natalizio trentino per eccellenza.

Ma prima, conosciamo gli chef. Partiamo da Silvana Segna, chef di “Locanda Alpina” 

 Silvana Segna è senza ombra di dubbio una delle regine della cucina trentina. E la cucina alla sua “Locanda Alpina” è veramente una questione di famiglia! Della brigata fanno fieramente parte i due figli Francesco e Giulia (il pane fantastico è opera sua) e l’ariosissima sala è coccolata con gentilezza e precisione dal marito Danilo.

Sua la carta di vini e distillati, curata con un grande talento che premia i clienti e regala il piacere della scoperta.

Le ricette di Silvana Segna sono sempre una gioia: la mano è ferma, la capacità di leggere gli ingredienti straordinaria e la pulizia che arriva in bocca sorprende, emoziona, coinvolge in un percorso di fragranze perfettamente in armonia.

Piatti manifesto: gli gnocchi di patate crude alla pancetta tostata e ricotta affumicata, i tortellini al Trentingrana in brodo ristretto ai porcini, la guancetta di vitello brasata alla vecchia maniera e polenta di Storo. Dessert da non perdere per nulla al mondo quando è stagione: Sorbetto alla mela Renetta Ananas (varietà rara del frutteto di famiglia), briciole di mandorla, salsa di cachi e caramello salato.

 La ricetta che Silvana ha scelto per il Natale è volutamente semplice, facile da realizzare, ma ricca e piena di sapore!

Crema di castagne e funghi porcini

Direttamente dalla Val di Non, tanti prodotti di stagione per questa vellutata che sa di montagna e sapori autentici. La crema di castagne e funghi porcini proposta dalla chef trentina Silvana Segna è un tuffo nel sapore e nel calore. Comfort food ideale per il cenone di Natale ma anche in ogni giornata fredda, davanti a un caminetto acceso.

Ingredienti

  • 450 g di castagne
  • 300 g di funghi porcini freschi
  • 1 l di brodo di carne
  • ½ scalogno piccolo
  • 15 g di burro
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • 30 ml di vino rosso corposo
  • 1 foglia di alloro
  • Sale q.b.
  • Prezzemolo per decorare

Istruzioni

  1. Incidere le castagne e lessarle per circa trenta minuti in acqua leggermente salata con una foglia di alloro è un cucchiaio di olio EVO.
  2. Pulire le castagne, rosolare lo scalogno in una pentola con il burro, bagnare con il vino rosso e far evaporare. A questo punto, aggiungere le castagne pulite e coprire con del brodo di carne.
  3. Cuocere per circa 20 minuti frullare e setacciare.
  4. A parte saltare brevemente i funghi porcini e adagiarli sulla superficie della crema dopo averla impiattata, decorando con qualche piccola foglia di prezzemolo.

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista