fbpx

10 cose che (forse) non sapevi sulla Mozzarella di Bufala Campana Dop

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 16/03/2021

La Mozzarella di Bufala Campana Dop è un’eccellenza italiana che ci invidiano in tutto il mondo.  Il rigido disciplinare di produzione prevede esclusivamente l’impiego di latte di bufala intero fresco proveniente dagli allevamenti dell’area Dop, di cui ne occorrono ben 4 litri per ottenere 1 kg di prodotto.

Il colore bianco porcellana, la superficie liscia, la consistenza elastica e fondente, sono caratteristiche inconfondibili della Mozzarella di Bufala DOP.

Regina degli Influencer

Amatissima anche all’estero, la mozzarella di Bufala Dop ha raggiunto un nuovo primato: il latticino italiano è risultato il più amato dagli influencer negli Stati Uniti, in Canada e in Messico. È il risultato di un’indagine sulle tendenze di consumo del Made in Italy agroalimentare, condotta da Assocamere Estero (l’Associazione che raggruppa le 78 Camere di Commercio Italiane all’Estero e Unioncamere), che ha coinvolto 550 influencer del food & wine in Usa, Canada e Messico nel progetto “True Italian Taste” nel 2019.

La filiera della Mozzarella di Bufala Dop

consorzio produttori bufala campana dop

 I caseifici certificati dal Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, che è stato costituito nel 1981 ed è l’unico organismo riconosciuto dal ministero delle Politiche Agricole per la tutela, vigilanza, valorizzazione e promozione Mozzarella di Bufala Campana Dop, sono esattamente 100. Un numero in leggera contrazione rispetto al 2017, quando erano 105.

Sono invece cresciuti gli allevamenti, condizioni senza la quale non si potrebbe evidentemente aumentare la produzione, che hanno toccato quota 1.421 (per 350mila capi). Gli addetti, infine, sono 15mila, contando anche quelli dell’indotto.

Ma siete sicuri di conoscere proprio tutto su questo latticino così amato in Italia e non solo?

Ecco alcune curiosità utili per scoprire bontà, abbinamenti e valori nutrizionali di questo eccezionale alimento.

  • Ha meno sale della mozzarella. La mozzarella di Bufala Campana Dop ha in media un apporto di sale più basso rispetto alla mozzarella vaccina.
  • Facilmente digeribile: Come emerge da alcuni studi effettuati dal consorzio, la Mozzarella di Bufala Dop ha un basso contenuto di lattosio, il che la rende facilmente digeribile.
  • Valori nutrizionali: i valori medi per 100g di Mozzarella di Bufala DOP sono: 

VALORE ENERGETICO: 288 KCAL; PROTEINE: 17 G; CARBOIDRATI: 0,4 G; GRASSI: 24 G; FOSFORO: 320 MG (45% RDA); CALCIO: 245 MG (35% RDA); COLESTEROLO: < 50/60 MG; LATTOSIO: < 0,4 G.

La storia

Le origini della Mozzarella di Bufala sono legate all’introduzione dei bufali in Italia, probabilmente avvenuta in Sicilia in epoca Normanna. Nel XII secolo le prime testimonianze che i monaci del monastero di San Lorenzo in Capua offrivano ai pellegrini un formaggio, chiamato  “mozza”, assieme a del pane, al naturale o anche affumicato.

Dal XV secolo risalgono le prime “bufalare”, dove si lavorava il latte per fare il formaggio.

A tavola

Questa mozzarella è perfetta gustata così, ma ricordate che per valorizzare il suo sapore deve essere rigorosamente a temperatura ambiente.

Rende golosa una frisella con pomodorini, anche senza aggiungere olio d’oliva. Ottima anche abbinata al pesce crudo: gamberi rossi, salmone scottato, anche per condire un primo.

Se vuoi usarla per la pizza, lasciala sgocciolare senza il suo liquido di governo per un paio d’ore prima o tienila in frigo per un giorno senza il suo liquido in modo che si rassodi e non perda acqua in cottura.

Come si riconosce la vera Mozzarella di Bufala Campana Dop?

vera mozzarella di bufala dop

La mozzarella di Bufala Campana Dop viene sempre venduta nella confezione con i loghi del consorzio e della Dop,  e con il nome completo per esteso della denominazione (ovvero mozzarella di Bufala Campana Dop)

Curiosità

mozzare la mozzarella

Il termine “mozzarella” proviene dal verbo “mozzare”, e rappresenta proprio una fase della sua realizzazione caratteristica. E infatti il classico gesto compiuto per produrla. L’operazione, praticata ancora oggi in tutti i caseifici, consiste nel forgiare con le mani il pezzo di cagliata filata, “mozzando” appunto, con indici e pollici, le singole mozzarelle. È così che si ottiene la tipica forma tondeggiante.

Territorio della vera Mozzarella di Bufala

Per essere quella “vera” la mozzarella di Bufala deve essere preparata con latte di bufale allevate nelle province di Caserta, di Salerno, di Benevento (comuni di Limatola, Dugenta, Amorosi), di Napoli (comuni di Acerra, Giugliano in Campania, Pozzuoli, Qualiano, Arzano, Cardito, Frattamaggiore, Frattaminore, Mugnano di Napoli).

Per saperne di più: Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP

Credits photo: Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop

Condividi L'Articolo

L'Autore

giornalista