Ricette di Natale 2020: menu del territorio per sostenere il Bel Paese

di Antonino Crescenti

Ultima Modifica: 04/12/2020

Ogni anno la stessa domanda. Cosa cucinare a Natale? La risposta, almeno quest’anno, è facile.
Piatti tradizionali e innovativi tutti rigorosamente con ingredienti del territorio, è il filo conduttore che deve guidarci per le ricette di Natale 2020. 

Considerato il  periodo che stiamo attraversando – tra i più critici e delicati dal punto di vista economico –  quest’anno, come mai prima d’ora, sostenere il Bel Paese è diventato non solo importante, ma necessario. Per questo, dall’antipasto al dolce, ecco quattro ricette perfette sia per il pranzo di Natale che per la cena della vigilia con le caratteristiche di territorialità e tradizione italiana e un tocco in più.

Ricette di Natale 2020: Menu italiano dal tocco innovativo

Territorio e tocco gourmet. Proprio questa la filosofia di cucina dello chef Stefano De Gregorio  -membro della Compagnia degli Chef – che, dall’antipasto al dolce, propone un menù fortemente legato al territorio italiano con preparazioni semplici ma raffinate. Lo scopo è quello di esaltare le tipicità di una regione, abbinandole con prodotti tipici della stessa regione o altri ingredienti, tutti orgogliosamente italiani.

Antipasto di Natale 2020: crema di cime di rapa all’olio di Puglia su battuta piemontese

L’antipasto è un viaggio da nord a sud in un piatto. Una battuta di carne di razza piemontese incontra una crema di cime di rapa preparata con l’extravergine delle Terre di Bari di Bitonto, vera eccellenza tra i prodotti tipici pugliesi. Una preparazione molto semplice in cui sono proprio i prodotti tipici i reali protagonisti.

Scopri qual è il tocco gourmet della ricetta:

 

ricette-di-natale-2020

 

Primo piatto di Natale 2020: Tortellini di Modena in brodo di cappone

In un omaggio all’Emilia Romagna, lo chef ha voluto preparare un piatto che esprime al meglio l’identità di una regione e le sue tradizioni. I tortellini, quelli veri, sono un piatto all’altezza della situazione anche per le feste di Natale. Al nord sono un grande classico per la vigilia, ma si diffonde sempre più l’abitudine anche più in giù della Romagna. Un brodo di cappone come tradizione vuole e tortellini di Modena, la buona cucina tradizionale non ha bisogno di effetti speciali.

La ricetta:

 

Secondo di Natale 2020: Indivia brasata, nocciole tostate e fonduta di Castelmagno Dop

Tra i prodotti tipici piemontesi, il Castelmagno è il formaggio Dop considerato tra i più buoni e apprezzati in Italia. Sapore deciso e lievemente piccante – perché è erborinato – sono caratteristiche perfette per gustarlo a caldo. Proprio come lo ha proposto lo chef, in una fonduta abbinata a indivia brasata e nocciole piemontesi IGP tostate, un ode al Piemonte. La ricetta si propone come un’alternativa ad arrosti e capponi, è veloce da preparare ed è perfetta per gustare un piatto sfizioso all’altezza della situazione.

La ricetta:

Dolce di Natale 2020: Panettone croccante, mandorle salate e zabaione alle erbe

Tra le ricette di Natale 2020, non può mancare sicuramente il panettone, il dolce emblema delle festività natalizie accanto al pandoro. Lo chef lo ha voluto proporre in un abbinamento classico con tre tocchi particolari. Lo zabaione è aromatizzato con un amaro alle erbe, il panettone è reso croccante al forno  e per finire delle mandorle siciliane tostate e salate. Un dolce semplice che costituisce anche un ottimo modo di riciclare panettoni e pandori non più freschissimi.

La ricetta:

Ricette di Natale 2020: menu per sostenere il Bel Paese

Condividi L'Articolo

L'Autore

Collaboratore

Il cibo e la cucina sono le arti del terzo millennio.