Menù vegetariano di Natale stellato

di Antonino Crescenti

Ultima Modifica: 12/12/2019

Se associate la parola vegetariano a ricette super dietetiche e sciatte vi sbagliate. Nulla di più falso!
Le ricette vegetariane sono si digeribili, ma anche gustosissime! E poi la natura offre mille verdure in tutte le stagioni. Il risultato è una serie infinita di abbinamenti da provare e sperimentare anche in base ai gusti personali. Abbiamo selezionato 4 ricette semplici di chef stellati per un menù vegetariano invernale perfetto per il pranzo della domenica ma anche come menù delle feste. Con un po’ di fantasia è possibile portare a tavola pietanze che ci garantiscono una ricarica di energie e di gusto.

Intanto, cosa significa vegetariano?

Il termine vegetarianismo, o vegetarismo, o vegetarianesimo indica un’insieme di abitudini alimentari. Consistono nella limitazione o esclusione di parte o del totale di alimenti di origine animale. Di conseguenza danno vita a diete basate principalmente su alimenti di origine vegetale. Quindi il vegetariano è chi gestisce la propria alimentazione secondo i principi del vegetarianismo.

menù-vegetariano

Cosa mangia un vegetariano?

I principi del vegetarianismo si dividono in 3 diete diverse: latto-ovo-vegetariani, ovo-vegetariani e latto vegetariani. Diete accomunate da una alimentazione basata principalmente sul consumo di alimenti di orgine vegetale. Ma differiscono per questi motivi:

  1. I latto-ovo-vegetariani  consumano uova, latte e i suoi derivati.
  2. Cosa diversa è per i latto-vegetariani che abbinano ai vegetali esclusivamente latte e derivati.
  3. Invece, gli ovo-vegetariani integrano esclusivamente le uova.

L’altra pratica alimentare da non confondere con il vegetarianismo è il veganismo. Vi spieghiamo meglio le differenze nel prossimo paragrafo.

Vegano e vegetariano: le differenze

La domanda vi assilla da tempo? Vi chiedete quali sono le differenze tra vegano e vegetariano? Se non vi siete ancora dati risposta, siete nel posto giusto.
Né vegetariani né vegani mangiano carne. Su questo penso che siamo tutti d’accordo. La differenza è che i vegani evitano qualsiasi prodotto di origine animale compreso il miele. Concluderei dicendo: i vegani si potrebbero definire i radicali del vegetarianismo.

Leggi anche:

Cenetta vegana? Portulaca, ricette per un menù green

Dopo avervi spiegato le pratiche alimentari dei vegetariani, le differenze che ci sono tra vegani e vegetariani, è arrivato il momento di parlare di cose buone.

Menù vegetariano: come farlo equilibrato?

Per preparare un menù buono ma anche equilibrato nei nutrimenti, bisogna si considerare che sono ricette delle feste e quindi risparmiare calorie non è necessario. Ma è anche fondamentale considerare un apporto bilanciato tra carboidrati-proteine-fibre. Quindi è sempre opportuno scegliere bene le ricette per portare a tavola gusto e salute al tempo stesso.

Menù vegetariano: le ricette

Le ricette vegetariane invernali scaldano le nostre giornate a pari merito di spezzatini, brasati e arrosti. Anche i sapori non hanno nulla da invidiare. Tra l’altro, la possibilità di spaziare con le verdure è davvero infinita. E anche per le feste le cose non cambiano. Fantasia in cucina significa gusto. E con gli ingredienti giusti si otterranno dei piatti che lasceranno gli ospiti a bocca aperta. Anche i più scettici!

Antipasto vegetariano: la pitta salentina si veste di cous cous

Iniziamo a preparare questo menù vegetariano da un antipasto vegetariano stellato. La nostra amica Antonella Ricci, dopo averci proposto le orecchiette al nero, ha preparato questo antipasto che profuma della sua terra. Un cous cous al profumo di pitta salentina. Un tripudio di colori e sapori: una vellutata di patate sul fondo del piatto e un cous cous arricchito con broccoli, olive celline Pat, pomodori e una cipolla cotta al cartoccio. La tradizionale prevede patate e cipolle ricoperte da cenere e cotte lentamente sotto le braci ardenti. Si può emulare la cottura delle patate cuocendole su un letto di sale grosso. Un gusto tipico che non passerà mai di moda.

Scopri: Cucina tipica del salento

Primo piatto vegetariano: la ricetta dei conchiglioni zola e porcini

Il Piemonte va a Napoli. Antonino Cannavacciuolo non ha bisogno di presentazioni. Lo chef cucina piatti valorizzando sempre le materie prime trasformandole il minimo indispensabile.
E anche questa ricetta, preparata per il  Consorzio per Tutela del Formaggio Gorgonzola, è il perfetto sunto della sua filosofia culinaria. Porcini trifolati, in crema e crudi, condiscondo i conchiglioni ripieni di Gorgonzola Dop ripassati precedentemente in forno. Due sapori che si sposano bene in un primo piatto da vero re.

Secondo piatto vegetariano: l’uovo al tartufo

Ecco un’altra ricetta vegetariana semplice semplice. Tra i cibi che i vegetariani possono mangiare, ci sono le uova. E quale miglior modo di onorare un uovo se non con il tartufo?
Lo chef Marco Sacco ha reinventato l’uovo al tegamino e lo ha reso più buono che mai.
L’albume, prima montato con una frusta, è cotto in padella con burro abbondante. Il tuorlo è aggiunto solo a fine cottura e il risultato è l’uovo al tegamino più perfetto di sempre. Rimane infatti perfettamente caldino ma completamente liquido: eccezionale! A finire petali di tartufo come se non ci fosse un domani. Lo chef ha utilizzato il tartufo nero estivo, ma mano al portafogli e scegliete quello bianco perché le feste vengono una volta l’anno.

Leggi la guida completa sul tartufo:

Come comprare un tartufo, guida all’acquisto

Cake al cioccolato e polvere di panettone Loison

Sulle tavole delle feste non può mancare il tradizionale panettone, il dolce per tutti. Ma anche fuori stagione il panettone è ormai diventato un dolce apprezzato durante tutto l’anno. E questa ricetta costituisce un modo perfetto per riciclare quel panettone che, ogni volta che aprite la dispensa, è li che vi guarda nella speranza di essere consumato. Con lo chef Dal Degan mangiare è sempre una scoperta di sapori. Una cake al cioccolato, crema di nocciole e caffè, cialde al caffè, nocciole granite, la polvere di panettone al mandarino tardivo e a completare un gelato al fiordilatte: ecco il dessert perfetto. Racconta una storia fatta di esperienza, di inventiva e di riciclo.

 

 Dal

 

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

Collaboratore

Il cibo e la cucina sono le arti del terzo millennio.